Categorie
Coronavirus Milano - Cronaca

Riparte Gardaland: mascherine obbligatorie (sotto i sei anni) e dopo ogni giro attrazioni «sanificate»

«La parola d’ordine quest’anno è divertimento in sicurezza», dice l’amministratore delegato del parco Vigevani. In aiuto arriva anche la tecnologia con un’applicazione che permette di partecipare a una «coda virtuale», per ridurre il tempo di permanenza in fila …

14 giugno 2020 – 10:37

«La parola d’ordine quest’anno è divertimento in sicurezza», dice l’amministratore delegato del parco Vigevani. In aiuto arriva anche la tecnologia con un’applicazione che permette di partecipare a una «coda virtuale», per ridurre il tempo di permanenza in fila

di Federica Bandirali

Gardaland ha aperto il 13 giugno la sua stagione 2020, ovviamente sotto il segno del contenimento della diffusione del Covid 19. E quindi con regole ben precise e norme estremamente attente. Si tratta del primo parco divertimenti italiano a riaprire i cancelli dopo il lockdown, facendo da apripista per tutto il mondo dell’entertainment e anticipando la data del 15 giugno nella quale è prevista la riapertura di molte attività quali cinema e teatri. La prima giornata è stata caratterizzata da una buona affluenza, non alta, ma in linea con le aspettative. «La parola d’ordine quest’anno sarà divertimento in sicurezza. Usciamo da un periodo difficile per tutti ma siamo convinti che sia possibile tornare a divertirsi» ha detto Aldo Maria Vigevani, Amministratore Delegato di Gardaland «il parco si presenterà in modo diverso e al suo interno andranno sicuramente rispettate delle regole precise ma tutto sarà come sempre improntato alla spensieratezza e al relax». Una delle caratteristiche di questa stagione è il contingentamento degli ingressi al parco «Abbiamo fissato un limite giornaliero di circa 10.000 persone» dice Vigevani «questo porterà ad una riduzione rispetto ai nostri numeri abituali, ma siamo positivi sull’andamento della stagione».

prev
Le star all’aperturanext

Scheda 1 di 6

14 giugno 2020 | 10:37

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sorgente articoli: Vai

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *