Categorie
Coronavirus Corriere

Sagre 2021, riapertura dal 15 Giugno: mascherine, numero di persone e tipi di cibi, ecco le regole

Distanziamento, igienizzanti, mascherine, rilevatori febbre, ma l’estate 2021 avrà le caratteristiche sagre di paese enogastronomiche …

Sagre e fiere al via al 15 giugno. Con il decreto per la graduale ripresa delle attività economiche si apre – dopo lo stop dell’anno scorso – appunto allo svolgimento in presenza delle feste di paese, delle fiere e dal 1° luglio anche convegni e congressi. Non solo cinema, teatri, musei, non solo concerti e eventi, il Coronavirus ha stoppato anche tutti gli eventi enogastronomici, folkloristi, caratteristici del nostro paese: eventi in grado di accendere i riflettori sui borghi più belli, i comuni più piccoli e che raccontano tesori nascosti delle regioni. Ma ora anche le sagre tornano a diventare appuntamenti per l’estate 2021, sempre nel rispetto delle norme previste e delle linee guida.

Distanziamento e numero di presenze

Gli organizzatori dovranno definire a priori il numero di ingressi e presenze contemporanea, in base agli spazi e al ricambio d’aria. Il distanziamento suggerito è quello di un metro, fino a due in base all’andamento dell’epidemia nella regione, tra persone e l’attenzione dovrà essere rivolta ai percorsi di entrata e uscita dove non devono crearsi assembramenti.

Si potrà mangiare alle sagre?

La somministrazione di cibo, dal classico streetfood ai prodotti tipici confezionati sarà autorizzata. Nel caso di acquisti con manipolazione e scelta in autonomia da parte del cliente sarà resa obbligatoria la disinfezione delle mani.

Sagre 2021: prenotazione online

Il decreto suggerisce l’utilizzo di tecnologie digitali per facilitare l’organizzazione delle fiere e la partecipazione delle persone quindi è probabile che sarà data la possibilità di acquistare i ticket online, prenotare il posto a sedere o i tavoli dove mangiare, ma sarà a discrezione delle varie proloco, associazioni e degli enti organizzativi.

Mascherine obbligatorie

Tutti i visitatori dovranno indossare le mascherine anche all’aperto. Gli ambienti, le attrezzature e i locali saranno puliti con frequenza e gli spazi dotati di dispenser per disinfettarsi le mani. Non sono obbligatorie per i bambini sotto i 6 anni.

Segnaletica e informazioni

Vanno previsti adeguati sistemi di segnaletica e informazione, con indicate tutte le misure di prevenzione e sicurezza: importante che le indicazioni siano comprensibili anche per i visitatori e i turisti stranieri. Via libera per ogni tipo di sistema, dai cartelloni, alla segnaletica di vario tipo, fino alle guide audio-visive. Questi sistemi poso essere integrati, specie per gli eventi più grandi, con personale specifico che controlli e promuova le misure di sicurezza. Va predisposta anche la segnaletica a terra per indirizzare i percorsi e, quando necessario, contingentare ingressi e presenze: l’indicazione è assicurare sempre la distanza di almeno un metro tra le persone, con l’eccezione di nuclei familiari, conviventi o persone esentate.

La rilevazione della temperatura

Resta l’indicazione per la rilevazione della temperatura dei visitatori (impedendo l’accesso nel caso sia superiore a 37,5°) e per prevedere se possibile, percorsi diversi per entrate e uscite dalla manifestazione.

Pulizia degli ambienti e aereazione

Come nei ristoranti, è necessario garantire un’adeguata e frequente pulizia dei luoghi, soprattutto quelle a maggior frequenza o le superfici utilizzate da più persone. Negli spazi interni, va garantita un’adeguata aereazione, favorendo il ricambio continuo dell’aria.

Il personale e i pagamenti

Il personale dovrà indossare sempre la mascherina. Alla cassa o alla reception andrebbero predisposte barriere fisiche (come le barriere trasparenti). Vanno favoriti i pagamenti elettronici e mettere a disposizione dei visitatori prodotti per l’igiene delle mani (in più punti)

3 giugno 2021 (modifica il 3 giugno 2021 | 11:45)

Sorgente articoli: Vai

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *