Categorie
Coronavirus Cronache

Speranza: richiesta al Cts su stop mascherine In Russia picco di 18 mila casi in un giorno

Gli aggiornamenti sul coronavirus di sabato 19 giugno …

I casi di Covid nel mondo sono oltre 177 milioni secondo i dati diffusi dalla Johns Hopkins University, mentre i decessi confermati superano i 3,8 milioni dall’inizio della pandemia. E in Italia l’ultimo bilancio, relativo a venerdì 18 giugno, è di 1.147 nuovi casi e 35 morti (qui il bollettino con i dati e i bollettini che mostrano la situazione dall’inizio della pandemia: qui quelli del 2021, qui quelli del 2020). Qui la mappa del contagio nel mondo.

Il Corriere ha creato una newsletter sul coronavirus. È gratis: ci si iscrive qui.

La situazione Covid-19 in Italia e nel mondo

Ore 11.54 – La richiesta del ministro Speranza al Cts sulle mascherine
Il ministro della salute, Roberto Speranza, ha inviato oggi una richiesta di parere formale al Comitato tecnico-scientifico relativamente alle modalità e ai termini della permanenza dell’obbligo di indossare i dispositivi di protezione delle vie respiratorie all’aperto.

Ore 11.15 – In Russia 17.906 casi in un giorno, picco dal 31 gennaio
In Russia sono stati confermati 17.906 nuovi casi di Covid-19 nelle ultime 24 ore: il massimo di contagi accertati in un solo giorno dallo scorso 31 gennaio. Lo riporta il centro operativo nazionale anticoronavirus ripreso dalla Tass. Nella sola Mosca sono stati accertati 9.120 contagi, il massimo finora nella capitale dall’inizio dell’epidemia.

Ore 10.45 – Il via libera del Cts alla seconda dose con AstraZeneca
Dopo la seconda dose di AstraZeneca non sono stati riscontrati fenomeni di trombosi e una dose sola di vaccino non fornisce una protezione adeguata soprattutto rispetto alla variante Delta: sono questi due motivi che hanno spinto il Cts a concedere il via libera alla somministrazione di AstraZeneca per chi rifiuta il mix al richiamo (qui l’articolo completo)

Ore 10.34 – Venezia conferma l’ordinanza anti-movida
Nonostante la zona bianca in atto già da una settimana, Venezia rinnova anche per questo weekend l’ordinanza anti-movida che prevede la somministrazione e la consumazione di alimenti e bevande esclusivamente al tavolo dei locali in alcune zone del centro urbano, per evitare assembramenti che aggravino la diffusione di Covid 19. Fino a domani, dalle ore 15.00 alle 24.00 «ferma restando la possibilità di somministrazione e consumazione al banco – è scritto nell’ordinanza – nel rigoroso rispetto del distanziamento interpersonale di un metro tra cliente e cliente, è consentita la somministrazione e la consumazione di alimenti e bevande esclusivamente al tavolo».

19 giugno 2021 (modifica il 19 giugno 2021 | 11:54)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sorgente articoli: Vai

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *