Categorie
Coronavirus Moda

Venezia 2020, penultimo red carpet: Kasia Smutniak con mascherina aggressiva, parlante per Jasmine Trinca. Tra gruppi di famiglia e spacchi vertiginosi

Il penultimo red carpet del Festival ha visto il trionfo di abiti con spacchi vertiginosi, foto di gruppo e look maschili in caduta liberaIl penultimo red carpet del Festival ha visto il trionfo di abiti con spacchi vertiginosi, foto di gruppo e look maschili in caduta libera …

Venezia 2020, penultimo red carpet: Kasia Smutniak con mascherina aggressiva, parlante per Jasmine Trinca. Tra gruppi di famiglia e spacchi vertiginosi – Corriere.itModa: notizie dal mondo fashion – Corriere della Sera – Ultime Notizie

desktop

includes2013/SSI/notification/global.json

/includes2013/SSI/utility/ajax_ssi_loader.shtml

  • In attesa del gran finale il penultimo red carpet di questo 77esimo Festival del cinema di Venezia si è combattuto a colpi di mascherine, più creative che pratiche e di stacchi di gamba. Sulle prime hanno trionfato Kasia Smutniak (nella foto Getty) con una maschera a pieghe e applicazioni in metallo con più che vaghe reminiscenze ad Hannibal the Cannibal che l’attrice non si è tolta. Sfoggiando però un tailleur con schiena scoperta. Le ha fatto da controcanto, in abito rosso stampato, Jasmine Trinca con mascherina “parlante”. Gran teoria poi di abiti da sera con vertiginosi spacchi grazie ai quali nessuna delle ospiti ha lasciato qualcosa all’immaginazione. In alternativa alcuni momenti della serie foto di gruppo per trasferte di famiglia in un esterno lagunare, come quella del sempre ammirato Sergio Castellitto, oppure una teoria di abiti neri. Compreso quello dell’Alba Parietti nazionale. Con il capello all’indietro ad alta percentuale di olio cosparso sopra. Resta non pervenuta, o dispersa tra le acque della Laguna, anche per questa serata, un pizzico in più di eleganza maschile
    a cura di Gian Luca Bauzano

  • Kasia Smutniak con la mascherina “flore-stellare” Ansa

  • Kasia Smutniak con il producer italiano Domenico Procacci, entrambi con le mascherine in red&black Ansa

  • Kasia Smutniak Getty

  • Kasia Smutniak con la giacca del tailleur con schiena in vista Getty

  • Jasmine Trinca si è presentata alla première di Nomadland con una mascherina sulla quale era riportato «We are not girls, we are silver bullets for your middle-class brains»: Non siamo ragazze ma pallottole d’argento per i vostri cervelli della classe media. Si tratta dello slogan delle giovani under 18 della scena teatrale romana che si sono ispirate al fumetto di Ratigher. Il fumetto è poi diventato anche un film

  • Jasmine Trinca con la mascherina

  • Jasmine Trinca senza la mascherina

  • Alla première de I Predatori ecco la Castellitto family al completo, molto, ma molto eterogenea nella scelta dei look: da sinistra Pietro Castellitto il 28enne attore che debutta alla regia con I Predatori, in concorso a Orizzonti, la sorella Maria e e il padre Sergio, la madre Margaret Mazzantini e la sorella Anna e il fratellino Cesare, al braccio della nonna Anne Donnelly

  • La Castellitto Family

  • Sul red carpet di Arasinda (In Between Dying): da sinistra Alberto Barbera, Elshan Abbasov, Huseyn Nasirov, Orkhan Iskandarli e Rana Asgarova

  • Foto di gruppo in un esterno con mascherina di registi produttori e sceneggiatori di Corti Orizzonti sul red carpet di Nomadland

  • Trionfo di sovrapposizioni in blu royal per Cynthia Samuel e poi la sorpresa…

  • Cynthia Samuel in posa starlette con gamba fuori

  • Sobria ed elegante in giallo, altro colore di questo red carpet, ecco Naian González Norvind La Presse

  • Naian González Norvind La Presse

  • Sfumature rosa antico per Margherita Vicario La Presse

  • Stephanie Saliba in un trionfo di incrostazioni spacchi rifrangenze e ammiccamenti La Presse

  • Stephanie Saliba La Presse

  • Red carpet con pose d’antan per Elisa Maino La Presse

  • Elisa Maino La Presse

  • Abbinata al tappeto rosso Marina Valdemoro Maino (Maryna) gioca sugli spacchi Getty

  • Marina Valdemoro Maino (Maryna) Getty

  • All’immaginazione resta poco sembra dire Inès Trocchia LaPresse

  • Inès Trocchia LaPresse

  • Nina Monica Scalabrin previene l’acqua alta con il plateau trampolato Getty

  • Cambio di colore per l’Alba (Parietti) nazionale: dal bianco della sera prima al nero. E capello all’indietro molto oliato LaPresse

  • Alba Parietti La Presse

  • Black e trasparenze white per Michelle Carpente Getty

  • Per l’occasione Weronika Rosatiha puntato su accessori e dettagli. Belli, certo. E ci tiene a farli vedere. Forse un “tantinello” troppo Getty

  • Weronika Rosati Getty

  • Tiene fede cal nome e Liliana Fiorelli indossa un tailleur pantalone floreale. Con bella scollatura Ansa

  • Andrea Pittorino forse un pizzico in più di entusiasmo? e magari una cravatta? LaPresse

  • Dario Cassini tra il comodo e il quasi abbinato Ansa

  • Pietro Turano l’insime ci sta LaPresse

Sorgente articoli: Vai

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *