Categorie
cronaca

Coronavirus, bollettino del 4 novembre: 26mila tamponi, nel Lazio 2432 positivi (+223). A Roma 1.247

Record di nuovi positivi in regione. D’Amato: “Aldilà dei colori delle fasce quello che conta è mantenere alta l’attenzione e raffreddare la curva. E’ ancora una fase tutta in salita e sarà lunga” …

Record di nuovi casi nel Lazio: sono oggi 2.432 i positivi (+223 rispetto a ieri), di cui 1.247 a Roma (+ 115 nelle ultime 24 ore). Aumentano i contagiati e sale anche il numero dei tamponi: sono oltre 26mila quelli effettuati nelle ultime 24 ore (+1.131 rispetto a martedì). Incremento di 13 unità per i decessi : sono 34 a fronte dei 21 del 3 novembre. In calo il numero delle persone guarite: sono 144 (-98 rispetto al ieri). Sale, invece, di un punto percentuale il rapporto tra i casi positivi e i tamponi effettuati: è al 9% (ieri era all’8%). Si abbassa leggermente il valore Rt, ovvero l’indice di contagiosità: è a 1.29. Mentre, la settimana scorsa era 1,49. “Aldilà dei colori delle fasce quello che conta è mantenere alta l’attenzione e raffreddare la curva”, dice l’assessore alla sanità della Regione Lazio, Alessio D’Amato, il quale ammette che “è ancora una fase tutta in salita e sarà lunga”.

 La situazione nelle singole Asl

 Nel dettaglio per aziende sanitarie locali, nella Asl Roma 1 sono 456 i casi nelle ultime 24h (- 41 rispetto al giorno precedente) e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Si registrano quattro decessi di 79, 80, 86 e 90 anni con patologie.
 
Aumentano i casi anche nella Asl Roma 2: sono 440 i positivi a fronte dei 431 di martedì (+9 rispetto a ieri) nelle ultime 24 ore e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Centosessantadue i casi individuati su segnalazione del medico di medicina generale. Si registrano nove decessi di 66, 69, 74, 75, 84, 84, 87, 90 e 93 anni con patologie.
 
Impennata di casi nella Asl Roma 3. Qui, sono 351 i nuovi contagiati nelle ultime 24h contro i 286 di martedì (+65 nelle ultime24 ore) e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Venticinque sono ricoveri. Si registrano tre decessi di 76, 77 e 87 anni con patologie.
 

Diminuiscono i contagiati nella Asl Roma 4, dove si registrano 117 casi nelle ultime 24h (-49 rispetto al giorno precedente) e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto.
 
Salgono di 5 unità i positivi nella Asl Roma 5: sono infatti 162 i nuovi casi nelle ultime 24h a fronte dei 157 di ieri. Si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Si registrano quattro decessi di 65, 66, 72, 89 anni con patologie.
 
Schizzano i casi nella Asl Roma 6, sono 200 i casi nelle ultime 24h (+124 rispetto a mertedì) e si tratta di un caso di rientro dalla Lombardia e casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Si registrano tre decessi di 71, 83 e 88 anni con patologie.

La situazione nelle province

Continuano a salire i casi nelle province , dove si registrano 706 nuovi positivi (+28 rispetto a ieri e +172 rispetto a lunedì). Aumentano di 3 unità anche i decessi: sono 11 nelle ultime 24h.
 
Nuovo picco di casi nella Asl di Latina. Qui, sono 146 i nuovi casi (+93 rispetto a martedì) e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Si registrano quattro decessi di 75, 77, 83 e 94 anni con patologie.
 
Migliora la situazione nella Asl di Frosinone, dove si registrano 276 nuovi casi (-79 rispetto al giorno precedente) e si tratta di casi isolati a domicilio, contatti di un caso già noto o con link familiare. Si registrano tre decessi di 80, 84 e 90 anni con patologie.
 
Incremento di 50 unità nella Asl di Viterbo. Qui, sono 229 i nuovi casi a fronte dei 179 di ieri e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Si registrano tre decessi di 71, 77 e 77 anni con patologie.

 
Diminusicono, invece, i positivi nella Asl di Rieti, dove si registrano 55 nuovi casi (-36 nelle ultime 24 ore) e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Si registra un decesso di 97 anni con patologie.
 

Nel Lazio 41.883 i casi positivi

Superano quota 41mila i casi positivi nel Lazio nelle ultime 24 ore : sono, infatti, 41.883 i casi contro i 39.729 di ieri. L’incremento è, quindi, di oltre duemila unità nelle ultime 24 ore, ovvero 2.154. Aumentano i ricoverati: sono 2.317 contro i 2.192 di ieri (+125 rispetto a lunedì). Salgono di 20 unità i pazienti ricoverati in terapia intensiva: sono 217 nelle ultime 24 ore . Mentre, sempre rispetto al 3 novembre , sono 1.309 le persone decedute contro i 1.275 di ieri (+ 34 decessi nelle ultime 24 ore). Superano oggi quota 12mila i guariti: sono 12.081 contro  gli 11.837 del giorno precedente. L’incremento è quindi di 244 unità. Il totale dei casi esaminati raggiungono, invece, quota 55mila: sono 55.273 (+2.432 rispetto a ieri).

La situazione nei drive in Tutti i drive di Roma sono accessibili su prenotazione online. Operativo il drive in pediatrico a Vicovaro in collaborazione con il Coi (comando operativo interforze). Aperto anche il drive in pedonale di via Quirino Majorana presso l’ospedale San Camillo. È partito, inoltre, il sistema di prenotazione online della Asl Roma 4, Asl di Frosinone e Asl di Rieti. “Presto – assicura la Regione – sarà opertivo anche nella Asl Roma 5”. Mentre, dal 6 novembre apre il nuovo drive in di Roma a Tor Vergata e si tratta della 63° della rete regionale.Per quanto riguarda l’unità mobile sanitaria di Rieti, sono 5 i drive in presenti nel capoluogo e nel territorio: il primo presso la direzione aziendale (polo didattico), in via di Terminillo 42; il secondo a Magliano Sabina, Casa della salute, vocabolo filoni, tutti i lunedì dalle 9 alle 13; il terzo a Passo Corese in via Mestri del Lavoro e in via Salaria Vecchia, tutti i martedì dalle 9 alle 13; il quarto a Osteria Nuova, in via Salaria km 53,00, tutti i mercoledì dalle 9 alle 13; il quinto a Poggio Mirteto, località Capacqua, tutti i venerdì dalle 9 alle 13 .

Dal domani 5 novembre anche ai drive in della provincia di Viterbo si accede tramite prenotazione. Il tampone potrà essere eseguito, senza aspettare in fila, nei drive-in di Viterbo, in località Riello, aperto tutti i giorni, sabato e domenica dalle 9 alle 19; presso l’ospedale di Tarquinia, dal lunedì al sabato, dalle 9 alle 14; presso l’ospedale di Civita Castellana, dal lunedì al sabato, dalle 8 alle 13. La prenotazione del tampone sarà possibile già da domani, mercoledì 4 novembre, per le agende di giovedì 5 e per i giorni successivi. 

È possibile eseguire i tamponi rapidi anche nelle strutture private autorizzate dalla Regione Lazio, al costo di 22 euro. In caso di positività, i cittadini potranno eseguire il tampone molecolare standard nella stessa struttura. Il drive in pediatrico del Sant’Andrea prolunga l’orario: dal lunedì al sabato, dalle 10 alle 12 e dalle 14 alle 18; domenica dalle 9 alle 13. Oltre ai Centri per i tamponi pediatrici, i bambini possono accedere a qualunque altro drive in. Il nuovo drive-in presso Fiumicino Lunga sosta è aperto dal lunedì alla domenica, dalle 8 alle 20, accesso libero. Maggiori info sul sito www.salutelazio.it. Per effettuare la prenotazione bisogna, invece, collegarsi su https://prenota-drive.regione.lazio.it/main/home.È necessario essere in possesso della ricetta dematerializzata, con la prescrizione effettuata dal medico di medicina generale o dal pediatra di libera scelta, e della tessera sanitaria prima di entrare nella piattaforma regionale. Una volta effettuato l’accesso, si potrà scegliere il giorno e l’ora di esecuzione del tampone. Al termine dell’operazione, verrà rilasciato un codice di prenotazione che il cittadino dovrà esibire al drive in. 
 

 Vaccino antinfluenzale

 In merito al vaccino antinfluenzale, sono state già distribuite più di un milione di dosi. “Il 9 novembre ne arriveranno ulteriori 1,4milioni”, assicura la Regione. Intanto, molte farmacie denunciano di non avere a disposizione dosi di vaccino così come numerosi medici di base. Problemi di approvvigionamento, ad esempio, si sono verificativi nella Asl Roma2. La campagna di vaccinazione, comunque, durerà fino a gennaio. Per le fasce dai 60 anni compiuti in su e dai 6 mesi e i 6 anni, la Regione invita i cittadini a prenotare il vaccino dal proprio medico di medicina generale o pediatra di libera scelta.
 

 Laboratori privati 

 Per quanto riguarda i laboratori privati: sono 11 quelli che hanno dichiarato di essere pronti per l’esecuzione dei tamponi molecolari alla tariffa concordata di 22 euro. “Al fine di garantire la qualità de servizio – spiega la Regione – ai laboratori verrà chiesto di effettuare il proficiency test dell’istituto Spallanzani al pari di tutti i laboratori della rete Coronet”. Intanto, oggi, sono stati consegnati i primi kit per tamponi antigenici rapidi ai medici di medicina generale presso gli studi aggregati.
 

 Al lavoro i sanitari delle USCAR-R per l’assistenza a domicilio

 Continua l’attività sui quattro quadranti della città delle unità mobili Usca-R collegate alla centrale operativa del 118 di Roma per la gestione a domicilio dei codici verdi. Si tratta della prima sperimentazione in Italia di un servizio domiciliare collegato alla rete dell’emergenza.
 

 Attività di sorveglianza nelle scuole 

 In merito alle scuole, sono stati registrati, al 30 ottobre, 3.700 casi positivi, di cui 3.007 studenti, 693 del personale scolastico. Mentre, sono 138 le scuole con focolaio e 11 le scuole chiuse dalle Asl temporaneamente per le operazioni di sanificazione. 
 
  Crediti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *