Categorie
cronaca

Coronavirus, il bollettino di oggi 12 novembre: 37.978 positivi e 636 morti

Nuovo record di tamponi: 234.672 nella ultime 24 ore. In terapia intensiva 89 persone più di ieri. Le regioni col maggior numero di contagi sono Lombardia (9.291), Piemonte (4.787), Campania (4.065), Veneto (3.564) e Lazio (2.686) (Articolo in aggiornamento) …

Sono 37.978 i nuovi contagi da coronavirus in Italia nelle ultime 24 ore, secondo i dati del ministero della Salute. Le vittime sono 636. I ricoveri in terapia intensiva aumentano di 89 unità e raggiungono quota 3170: quelli negli altri reparti sono 29.873 (+429). I guariti sono 15.645 (387.758 dall’inizio dell’epidemia). Da segnalare il record dei tamponi: 234.672 nelle ultime 24 ore. Le regioni col maggior numero di contagi sono Lombardia (9.291), Piemonte (4.787), Campania (4.065), Veneto (3.564) e Lazio (2.686).

Gimbe, superata soglia 1% popolazione infetta “Ieri abbiamo superato i 600.000 casi attualmente positivi, ovvero in isolamento domiciliare, ricoverati con sintomi e in terapia intensiva. Questo è un dato importante perché, come sappiamo, un’epidemia si definisce ‘fuori controllo’ nel momento in cui i positivi superano l’1% della popolazione e ieri, oltre ad aver sperato il milione di casi da inizio pandemia, abbiamo sfondato la soglia dell’1% di popolazione attualmente con infezione da Sars-Cov-2”. A spiegare l’andamento del contagio nel nostro Paese è stato il presidente della Fondazione Gimbe, Nino Cartabellotta, intervenendo alla trasmissione ‘Agorà’ su Rai 3. Purtroppo, ha aggiunto Cartabellotta, “usiamo un sistema di monitoraggio che invece che utilizzare un binocolo utilizza uno specchietto retrovisore, perché fotografa dati che non sono recenti. Ovvero se si prendono decisioni restrittive basate su dati di 2 o 3 settimane fa, la corsa del virus non può essere fermata”. Negli ultimi giorni, ha concluso, “si intravede una piccolissima riduzione dell’incremento di casi positivi ma dobbiamo aspettare una stabilizzazione, perché la diminuzione può anche esser dovuta al fatto che il sistema di testing è saltato in alcune regioni”.

VALLE D’AOSTA

Sei nuovi decessi e 2338 positivi, 7 più di ieri di cui 159 ricoverati in ospedale, 16 in terapia intensiva, e 2163 in isolamento domiciliare. Sono i dati dell’epidemia da Covid in Valle D’Aosta resi noti dal bollettino di aggiornamento sanitario diffuso dalla Regione. I casi positivi totali sono 2338, i guariti 2186, i tamponi ad oggi eseguiti 48023.

PIEMONTE

I casi di persone finora risultate positive al Covid-19 in Piemonte sono 112.054(+4.787 rispetto a ieri, di cui 2100, il 44% asintomatici). Lo comunica l’unità di crisi della Regione Piemonte. I casi sono così ripartiti: 2177 screening, 988 contatti di caso, 1622 con indagine in corso; per ambito: 575 Rsa/strutture socio-assistenziali, 304 scolastico, 3908 popolazione generale. Sono 77 i decessi di persone positive al test del Covid-19 comunicati dall’Unità di Crisi della Regione, di cui 11 verificatisi oggi (il dato di aggiornamento cumulativo comunicato giornalmente comprende anche decessi avvenuti nei giorni precedenti e solo successivamente accertati come decessi Covid), per un totale di 4903 dall’inizio dell’emergenza. I ricoverati in terapia intensiva sono 348(+8 rispetto a ieri). I ricoverati non in terapia intensiva sono 4833(+43 rispetto a ieri). Le persone in isolamento domiciliare sono 58.017. I tamponi diagnostici finora processati sono 1.216.816 (+24.901rispetto a ieri), di cui 658.421 risultati negativi. I pazienti guariti sono complessivamente 43.953(+1.866 rispetto a ieri).

LIGURIA

Continua a salire la conta delle persone positive al coronavirus morte in Liguria: sono 2040 da inizio emergenza, 31 in più quelle registrate oggi dal bollettino diffuso dalla Regione. Si tratta di persone tra i 59 e i 93 anni, decedute tra il 5 novembre e oggi. I nuovi casi di positività sono invece 1.013. Nelle ultime 24 ore sono stati effettuati 5807 tamponi, 509.052 da inizio emergenza. Cresce il numero dei ricoverati: ad oggi sono 1472 negli ospedali liguri, 59 in più di ieri. Di questi, 109 sono in terapia intensiva.

LOMBARDIA

Oggi in regione sono stati registrati 9.291 nuovi casi di coronaviru e 187 morti. È quanto emerge dal bollettino del ministero della Salute, secondo cui il totale dei deceduti sale a 18.910 dall’inizio della pandemia. Crescono i ricoveri: sono 18 in più in terapia intensiva, per un totale di 782 posti occupati e 140 i pazienti in più in regime ordinario, ovvero 7.047 complessivamente. I tamponi effettuati nelle ultime 24 ore sono stati 42.933

 

TRENTINO ALTO ADIGE

In Trentino si registrano oggi otto decessi per coronavirus e 253 nuovi casi positivi, esattamente come ieri. Sono stati accolti circa una trentina di nuovi pazienti e al momento i malati Covid nei vari reparti sono 368, di cui 30 in terapia intensiva. Altre 208 pazienti oggi sono stati considerati guariti, mentre in isolamento domiciliare restano ancora 2.465 persone. Del totale dei nuovi contagiati, 135 sono stati identificati da attività di contact tracing o screening; un centinaio i pauci sintomatici mentre i positivi collegati alle Rsa (ospiti) sono 8. L’Alto Adige registra altri sei decessi, facendo salire il dato complessivo dall’inizio della pandemia a 365. I laboratori dell’Azienda sanitaria nelle ultime 24 ore hanno effettuato 3.437 tamponi rilevando 694 nuovi casi positivi. I dati sui ricoveri non sono ancora aggiornati, mentre sono 8.360 le persone in isolamento domiciliare.
 

FRIULI VENEZIA GIULIA

Oggi in Friuli Venezia Giulia sono stati rilevati 838 nuovi contagi (7.529 tamponi eseguiti) e 9 decessi da Covid-19. Lo ha comunicato il vicegovernatore con delega alla Salute, Riccardo Riccardi. Le persone risultate positive al virus in regione dall’inizio della pandemia ammontano in tutto a 16.940, di cui: 4.882 a Trieste, 6.730 a Udine, 3.233 a Pordenone e 1.885 a Gorizia, alle quali si aggiungono 210 persone da fuori regione. I casi attuali di infezione sono 8.772. Salgono a 47 i pazienti in cura in terapia intensiva mentre rimangono 346 i ricoverati in altri reparti. I decessi complessivamente ammontano a 498, con la seguente suddivisione territoriale: 241 a Trieste, 131 a Udine, 113 a Pordenone e 13 a Gorizia. I totalmente guariti sono 7.670, i clinicamente guariti 125 e le persone in isolamento 8.254.
 

VENETO

In Veneto si registrano oggi 3.564 nuovi casi positivi, che portano il totale da inizio pandemia a 90.901. I decessi sono 38, ora il totale in regione è di 2.727. Lo ha comunicato il presidente del Veneto, Luca Zaia, in conferenza stampa.

EMILIA – ROMAGNA

Dall’inizio dell’epidemia da Coronavirus, in Emilia-Romagna si sono registrati 80.684 casi di positività, 2.402 in più rispetto a ieri, su un totale di 20.310 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore. La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti è oggi dell’11,8%, pressochè la stessa di ieri. In calo l’Rt regionale, che misura la trasmissibilità del contagio: secondo le prime anticipazioni, il nuovo dato settimanale è di 1,4 (rispetto all’1,57 della scorsa settimana e all’1,63 di quella precedente). Quarantanove i nuovi decessi: i casi attivi a oggi sono 46.024 (2.134 in più di ieri). Di questi, le persone in isolamento a casa,sono complessivamente 43.702 (+2.106 rispetto a ieri), quasi il 95% del totale dei casi attivi.I pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 228 (+6 rispetto a ieri), 2.094 quelli in altri reparti Covid (+22). Questi i dati alle 12 di oggi comunicati dalla Regione.
 

TOSCANA

In Toscana sono 1.932 i casi positivi in più rispetto a ieri (1.545 identificati in corso di tracciamento e 387 da attività di screening) su un totale complessivo da inizio pandemia pari a 71.852 unità. In Toscana i nuovi casi sono il 2,8% in più rispetto al totale del giorno precedente. L’età mediana dei 1.932 casi odierni è di 46 anni circa (il 13% ha meno di 20 anni, il 24% tra 20 e 39 anni, il 37% tra 40 e 59 anni, il 19% tra 60 e 79 anni, il 7% ha 80 anni o più). Oggi si registrano 37 nuovi decessi: 18 uomini e 19 donne con un’età media di 84,4 anni. I guariti crescono del 4,3% e raggiungono quota 21.198 (29,5% dei casi totali). I tamponi eseguiti hanno raggiunto quota 1.275.580, 15.786 in più rispetto a ieri. Sono 7.960 i soggetti testati (escludendo i tamponi di controllo), di cui il 24,3% è risultato positivo. A questi si aggiungono i 2.785 tamponi antigenici rapidi eseguiti oggi. Gli attualmente positivi sono oggi 48.916, +2,1% rispetto a ieri. I ricoverati sono 1.909 (35 in più rispetto a ieri), di cui 256 in terapia intensiva (10 in più). Questi i dati – accertati alle ore 12 di oggi – relativi all’andamento dell’epidemia in regione.
 

UMBRIA

Sono 783 i nuovi casi di positività rilevati in Umbria. Sale a 10.789 il numero degli attualmente positivi, 450 più di ieri. Sono invece 8 i decessi per un totale di 226. Lo rende noto la Regione nell’aggiornamento quotidiano dei dati pubblicato sul sito.

LAZIO

“Oggi su oltre 29mila tamponi (+2.575) nel Lazio si registrano 2686 casi positivi (+207), 49 decessi (+11) e 301 guariti”. Nel Lazio sono 59.916 i casi attualmente positivi a Covid-19, di cui 2.953 i ricoverati, a cui si aggiungono 259 pazienti in terapia intensiva (4 più di ieri), e 56.707 in isolamento domiciliare. I guariti sono arrivati a 14.269, i decessi a 1.552 e il totale dei casi esaminati è pari a 75.740. Questo il bollettino aggiornato della Regione.
 

MARCHE

Nelle Marche sono stati individuati nelle ultime 24 ore 733 nuovi casi di ‘Covid-19’ nel percorso per le nuove diagnosi, il 28,8% dei 2.547 tamponi processati nell’arco della giornata: in valore assoluto si tratta di un nuovo record di positivi individuati in un giorno (ieri erano stati 702), mentre c’è una brusca frenata del rapporto positivi-test effettuati (ieri al 34%, con 2.067 tamponi). Il totale dei casi positivi individuati in tutta la regione dall’inizio della crisi pandemica sale così a 20.990. Questi casi comprendono 102 soggetti sintomatici, 178 contatti in ambiente domestico, 211 contatti stretti con positivi, 21 contatti in ambiente di lavoro, 33 in ambienti di socialità, 10 contatti in ambito assistenziale, 13 contatti in ambiente scolastico, 9 individuati attraverso lo screening nel percorso sanitario e 2 rientri da altre regioni; per altri 154 casi si stanno ancora effettuando le indagini epidemiologiche, mentre con ritardo oltre le 96 ore sono stati refertati 297 tamponi, tra i quali 100 risultano positivi. Sempre ieri, sono stati effettuati anche 1.639 test nel percorso guariti. Sono questi i dati resi noti dal Servizio Sanità della Regione Marche.
 

ABRUZZO

Sono complessivamente 17.091 i casi positivi registrati in Abruzzo dall’inizio dell’emergenza. Rispetto a ieri si registrano 541 nuovi casi (di età compresa tra 1 mesi e 98 anni). Dei nuovi casi, 321 sono riferiti a tracciamenti di focolai già noti. Lo comunica l’Assessorato regionale alla Sanità precisando che i positivi con età inferiore ai 19 anni sono 62, di cui 24 in provincia dell’Aquila, 11 in provincia di Pescara, 5 in provincia di Chieti, 22 in provincia di Teramo. Il bilancio dei pazienti deceduti registra 2 nuovi casi e sale a 646 (si tratta di un 78enne della provincia di Teramo e di un 58enne della provincia di Pescara). Nel numero dei casi positivi sono compresi anche 5029 dimessi/guariti (+73 rispetto a ieri). Gli attualmente positivi in Abruzzo (calcolati sottraendo al totale dei positivi, il numero dei dimessi/guariti e dei deceduti) sono 11.416 (+466 rispetto a ieri). Dall’inizio dell’emergenza coronavirus, sono stati eseguiti complessivamente 330.704 test (+2636 rispetto a ieri). 547 pazienti (+1 rispetto a ieri) sono ricoverati in ospedale in terapia non intensiva; 52 (+1 rispetto a ieri) in terapia intensiva, mentre gli altri 10.353 (+464 rispetto a ieri) sono in isolamento domiciliare con sorveglianza attiva da parte delle Asl. Del totale dei casi positivi, 5.237 sono residenti o domiciliati in provincia dell’Aquila (+173 rispetto a ieri), 3.284 in provincia di Chieti (+57), 3.744 in provincia di Pescara (+112), 4486 in provincia di Teramo (+187), 171 fuori regione (+11) e 169 (+1) per i quali sono in corso verifiche sulla provenienza.
 

CAMPANIA

Sono 4.065 i nuovi casi di coronavirus emersi nelle ultime 24 ore in Campania dall’analisi di 23.840 tamponi. Dei 4.065 nuovi positivi, 286 sono sintomatici e 3.779 sono asintomatici. Il totale dei casi di coronavirus registrati dall’inizio dell’emergenza è 99.986, mentre sono 1.196.072 i tamponi complessivamente esaminati. Sono 31 i nuovi decessi legati al coronavirus inseriti nel bollettino, ma l’unità di crisi specifica che si tratta di decessi avvenuti tra il 7 e l’11 novembre. Il totale dei decessi in Campania sale così a 927. Sono 645 i nuovi guariti: il totale dei guariti in Campania è 19.000. Sono 192 le persone ricoverate in terapia intensiva in Campania, 11 in più rispetto a ieri. I posti letto di terapia intensiva disponibili su base regionale sono 656: “Ad oggi – spiega in una nota l’Unità di crisi della Regione Campania – la dotazione dei posti letto di terapia intensiva della Regione Campania è costituita dalla somma dei 590 posti letto realizzati pre-emergenza e dei posti letto in più temporaneamente attivati per i Covid, 66 (Covid hospital)”. Sono 1.944 i posti letto di degenza occupati, 133 in meno rispetto a ieri. I posti letto di degenza disponibili su base regionale per i pazienti Covid in Campania sono 3.160.
 

MOLISE

 

BASILICATA

Dopo un giorno di lieve calo, in Basilicata (regione nella zona arancione) tornano a salire, seppur lievemente, i contagi da coronavirus: sono 228 i casi positivi sugli ultimi 1.615 tamponi analizzati, mentre 24 ore prima erano stati 189 su 1.456. Di questi 228, 185 riguardano persone residenti in Basilicata (il totale degli attualmente positivi è così cresciuto da 3.012 a 3.187). La task force regionale ha anche segnalato tre decessi, con il totale delle vittime lucane che è ora  di 72. Aumento minimo (da 152 a 153) per i ricoverati, con le terapie intensive stabili a 19. Sono state invece registrate sette guarigioni (in totale 758). Dall’inizio dell’emergenza sono stati analizzati 120.747 tamponi, 115.787 dei quali sono risultati negativi.
 

PUGLIA

Oggi sono stati registrati 8.936 test per l’infezione da Covid-19 coronavirus e sono stati registrati 1.434
casi positivi e 39 decessi. Dall’inizio dell’emergenza sono stati effettuati 631.030 test, 8.252 sono i pazienti guariti e 21.255 sono i casi attualmente positivi, dei quali 1338 sono in ospedale (65 nuovi accessi ospedalieri in più rispetto a ieri). Questi i dati comunicati dalla Regione.
 

CALABRIA

“In Calabria ad oggi sono stati sottoposti a test 307.797 soggetti per un totale di tamponi eseguiti 310.924 (allo stesso soggetto possono essere effettuati più test). Le persone risultate positive al Coronavirus sono 9119 (+ 426 rispetto a ieri), quelle negative 298.678”. Sono questi i dati giornalieri relativi all’epidemia da Covid-19 comunicati dal dipartimento Tutela della Salute, che fanno registrare 6.560 casi attualmente attivi (ieri erano 6.137), 21 persone in terapia intensiva (3 più di ieri), 2.402 guariti/dimessi (2 più di ieri) e 157 deceduti (1 più di ieri).

SICILIA

Il numero dei nuovi contagi da Coronavirus raggiunge una quota mai toccata prima d’ora: 1.692 nuovi casi tra ieri e oggi, scoperti grazie a 9.455 Tamponi processati. Il dato emerge dal report del ministero della Salute e dell’Istituto Superiore di sanità. Nelle ultime 24 ore nell’isola si sono registrati anche 40 decessi e 302 guarigioni. Al momento il computo complessivo dei contagiati è di 24.914. Salgono i ricoveri in via ordinaria: ieri erano 1.376, Oggi 1.391. In leggero aumento anche i posti di terapia intensiva e sub intensiva occupati: si è passati dai 202 di ieri ai 205 di oggi.
 

SARDEGNA

Sono 13.794 i casi di positività al Covid-19 complessivamente accertati in Sardegna dall’inizio dell’emergenza. Nell’ultimo aggiornamento dell’Unità di crisi regionale si registrano 301 nuovi casi, 205 rilevati attraverso attività di screening e 96 da sospetto diagnostico. Lo comunica la Regione nel bollettino quotidiano. Si registrano cinque decessi (298 in tutto). In totale sono stati eseguiti 308.919 tamponi con un incremento di 4.144 test. Sono invece 424 i pazienti attualmente ricoverati in ospedale in reparti non intensivi (+6 rispetto al dato di ieri), mentre è di 56 (+2) il numero dei pazienti in terapia intensiva. Le persone in isolamento domiciliare sono 8.891. Il dato progressivo dei casi positivi comprende 4.045 (+94) pazienti guariti, più altri 80 guariti clinicamente. Crediti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *