Categorie
cronaca

Coronavirus, il bollettino di oggi 2 dicembre, 20.709 nuovi casi con 207.143 tamponi. Le vittime sono 684

Ieri scoperti 19.350 infettati con 182.100 test. I morti erano 785. Superate le 57mila vittime da inizio pandemia. Il rapporto positivi-tamponi scende al 9,9 per cento. Le regioni con più contagi sono la Lombardia (3.425), il Veneto (2.782), la Campania (1.842), il Lazio… …

Sono 20.709 i nuovi casi di Covid-19 registrati nelle ultime 24 ore in Italia, per un totale di 1.641.610 casi dall’inizio dell’epidemia. In calo i decessi che da ieri sono 684. In tutto sono state superate le 57mila vittime da inizio pandemia (57.045). È quanto emerge dal bollettino quotidiano del ministero della Salute sulla diffusione del coronavirus nel nostro Paese. Quanto ai tamponi effettuati oggi sono 207.143. Ieri 19.350 nuovi casi con 182.100 tamponi. In calo il rapporto positivi-tamponi che scende al 9,9 per cento.

Scendono anche gli attualmente positivi che oggi sono 761.230, rispetto ai 788.471 di ieri. In netto aumento i dimessi/guariti che sono 38.740, per un totale di 823.335 dall’inizio dell’epidemia. Scende ancora il numero delle persone ricoverate nelle ultime 24 ore in terapia intensiva a 3.616, 47 in meno da ieri. In calo anche il totale dei ricoverati con sintomi che è di 32.454 unità. A livello territoriale, le regioni con il maggior numero di contagi sono la Lombardia (3.425), il Veneto (2.782), la Campania (1.842), il Lazio (1.791), la Puglia (1.668) e il Piemonte (1.568). 

Oms, Italia 5 Paese al mondo con più contagi nell’ultima settimana

L’Italia è fra i 5 Paesi del mondo che hanno segnalato il maggior numero di casi di Covid-19 questa settimana. A segnalarlo è l’Organizzazione mondiale della sanità, in un aggiornamento sulla situazione globale (al 29 novembre, quindi relativo alla settimana appena conclusa). Con 184mila nuovi contagi registrati in 7 giorni e 3mila nuovi casi per milione di abitanti, il nostro Paese è alle spalle di Stati Uniti (1,15 milioni di nuovi positivi, 3.476 per 1 milione di abitanti), India (297mila nuovi casi, 215 per milione) e Brasile (218mila nuovi casi, 1.026 per milione di abitanti). Il quinto Paese è la Russia con i suoi 180mila contagi settimanali, 1.200 per milione di abitanti.

VALLE D’AOSTA

Ancora cinque decessi in Valle d’Aosta a causa del Covid. È quanto si legge nel bollettino della Regione Valle d’Aosta in base ai dati forniti dall’Usl. Nelle ultime 24 ore sono stati rilevati anche 42 nuovi casi positivi e 96 guarigioni; il totale dei contagiati attuali scende a 1.206. I ricoverati sono 135, di cui 13 in terapia intensiva. Il totale dei morti sale a 322 (176 nella seconda ondata).

PIEMONTE

Oggi l’Unità di crisi della Regione Piemonte ha comunicato 1.568 nuovi casi di persone risultate positive nella regione, pari all’8,8 per cento dei 17.897 tamponi eseguiti. I ricoverati in terapia intensiva sono 382 ( +5rispetto a ieri); i ricoverati non in terapia intensiva sono 4596 (- 56 rispetto a ieri). Le persone in isolamento domiciliare sono 65.909. Si registrano anche 57 decessi di persone positive al test del Covid-19 comunicati dall’Unità di Crisi della Regione Piemonte, di cui 7 verificatisi oggi (il dato di aggiornamento cumulativo comunicato giornalmente comprende anche decessi avvenuti nei giorni precedenti e solo successivamente accertati come decessi Covid). 

LIGURIA Ancora 19 persone positive al coronavirus morte in Liguria secondo quanto riferisce il bollettino odierno diffuso dalla Regione. Si tratta di persone tra i 72 e i 91 anni, decedute tra il 26 novembre e ieri. Le vittime da inizio emergenza sono 2.423. Scendono invece i ricoveri: ad oggi negli ospedali liguri ci sono 1.065 pazienti, 43 in meno di ieri. Di questi 102 sono in terapia intensiva. Sono invece 349 i nuovi casi di positività al virus nella regione; nelle ultime 24 ore sono stati effettuati 4.620 persone, 609.306 da inizio emergenza.

LOMBARDIA

In Lombardia sono 3.425 i nuovi casi (di cui 342 ‘debolmente positivi’) a fronte di 36.077 tamponi effettuati. Cala dunque il rapporto tamponi e positivi al 9,4% (ieri era dell’11,6%). Sono 6.021 i dimessi e 268.168 i guariti. Scende il numero dei ricoveri in terapia intensiva (-21) e di quelli non in terapia intensiva (-120). Sempre alto il numero dei decessi registrati, 175. Questo secondo quanto comunicato dalla Regione Lombardia nel bollettino quotidiano sull’andamento della pandemia.

Sono 1.109 i nuovi casi in provincia di Milano, di cui 438 a Milano città.  In provincia di Bergamo 130 nuovi casi; in quella di Brescia 303; Como 316; Cremona 126; Lecco 53; Lodi 55; Mantova 265; Monza e Brianza 244; Pavia 187; Sondrio 192; Varese 362.

PROVINCIA DI TRENTO

In Trentino si registrano oggi altre 3 vittime per coronavirus e 278 nuovi contagi su 3.705 tamponi molecolari. In aumento i pazienti in terapia intensiva (47, tre in più di ieri). In tutto ci sono attualmente 459 ricoverati. Oggi ci sono stati 46 nuovi ricoveri e 37 dimissioni. Sul fronte scuola, le classi in quarantena sono 78. I dati sono contenuti nel bollettino Covid dell’Azienda provinciale per i servizi sanitari.

PROVINCIA DI BOLZANO

È sempre pesante il bilancio quotidiano della pandemia in Alto Adige: l’Azienda sanitaria provinciale segnala altri 7 decessi, che portano in totale, dall’inizio dell’emergenza, a 542. Sono stati, inoltre, accertati 317 nuovi casi positivi sulla base di 2.011 tamponi Pcr (dei quali 565 nuovi test) ed ulteriori 107 positivi sulla base di 1.639 test antifenici eseguiti ieri. I pazienti Covid-19 ricoverati sono 33 nei reparti di terapia intensiva, 273 nei normali reparti ospedalieri, 143 nelle strutture private convenzionate e 77 in isolamento nelle strutture di Colle Isarco e Sarnes. Le persone in isolamento domiciliare sono 7.458. I guariti sono 12.317 (279 in più rispetto ad ieri), ai quali si aggiungono 1.361 persone (7 in più) che avevano un test dall’esito incerto o poco chiaro e che in seguito sono risultate negative al test.

FRIULI VENEZIA GIULIA

Oggi in Friuli Venezia Giulia sono stati rilevati 812 nuovi contagi (il 10,38 per cento dei 7.820 tamponi eseguiti) e 26 decessi. Le persone risultate positive al virus in regione dall’inizio della pandemia ammontano in tutto a 32.198, di cui: 7.542 a Trieste, 14.203 a Udine, 6.120 a Pordenone e 3.947 a Gorizia, alle quali si aggiungono 386 persone da fuori regione. I casi attuali di infezione risultano essere 15.095. Scendono a 58 i pazienti in cura in terapia intensiva e sono 652 i ricoverati in altri reparti. I decessi complessivamente ammontano a 889. I totalmente guariti sono 16.214, i clinicamente guariti 402 e le persone in isolamento 13.983.

VENETO

Sono 2.782 i nuovi contagi registrati in Veneto nelle ultime 24 ore, dato che porta il totale degli infetti a 150.909, ma sembra confermare una tendenza ad una discesa rispetto ai picchi quotidiani di 3.500-4.000 casi della scorsa settimana. Lo riferisce il bollettino della Regione. Ancora alto però il numero delle vittime, 69 più di ieri, per un numero complessivo di 3.887 morti (tra ospedali e case di riposo). Pesanti i dati sui ricoveri: sono 2.754 (+48) i pazienti in area medica, 340 (+10) quelli in terapia intensiva. Forte calo invece dei soggetti attualmente positivi: sono oggi 68.792, contro gli 80.997 di ieri (-12.205). L’incremento dei guariti si deve ad un allineamento dei dati relativi ai soggetti in carico alle Ulss che terminano il loro periodo di isolamento, spiegano la Direzione prevenzione della Regione Veneto e la Uoc sistemi informativi di Azienda Zero. Il disallineamento è emerso durante le attività di monitoraggio della qualità del dato e al momento l’attività è stata completata per sette Ulss su nove. Il numero di soggetti guariti potrebbe quindi fare un nuovo balzo.

EMILIA – ROMAGNA

Dall’inizio dell’epidemia in Emilia-Romagna si sono registrati 126.110 casi di positività, 1.569 in più rispetto a ieri, su un totale di 19.676 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore. La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti è quindi dell’8 per cento, in calo rispetto all’8,7 per cento di ieri. L’età media dei nuovi positivi di oggi è 44,7 anni. Si registrano 69 nuovi decessi. In totale, dall’inizio dell’epidemia le vittime in regione sono state 5.874.

TOSCANA

In Toscana sono 104.875 i casi di positività, 776 in più rispetto a ieri. I nuovi casi sono lo 0,7 per cento in più rispetto al totale del giorno precedente. L’età media dei 776 casi odierni è di 48 anni circa. I guariti crescono del 5,6 per cento e raggiungono quota 64.632 (61,6 per cento dei casi totali). I tamponi eseguiti hanno raggiunto quota 1.591.558, 13.549 in più rispetto a ieri, di cui il 5,7 per cento positivo. Gli attualmente positivi sono oggi 37.525, -6,7per cento rispetto a ieri. I ricoverati sono 1.785 (45 in meno rispetto a ieri), di cui 271 in terapia intensiva (4 in più). Oggi si registrano 45 nuovi decessi: 25 uomini e 20 donne con un’età media di 81,6 anni. 

UMBRIA

Made with Flourish
LAZIO

“Oggi su oltre 24mila tamponi nel Lazio (-2.095) si registrano 1.791 casi positivi (+122), 45 i decessi (-24) e +780 i guariti. Il rapporto tra i positivi e i tamponi al 7 per cento Si conferma il trend in rallentamento e calano i decessi. La riapertura delle scuole per una settimana prima di Natale ha poco senso. Per lo shopping natalizio di questi giorni è indispensabile evitare i luoghi affollati. Mantenere le distanze minime di sicurezza”, ha detto l’assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D’Amato.

E dopo due giorni, ritornano sopra mille oggi i casi di coronavirus nella capitale che sono oggi 1.038. Nelle province si registrano 489 casi e sono quattordici i decessi.

Nella regione sono 91.904 i casi attualmente positivi, di cui 3.282 ricoverati, a cui si aggiungono 350 pazienti in terapia intensiva e 88.272 in isolamento domiciliare. Dall’inizio dell’epidemia, i guariti sono in totale 28.860, i decessi 2.476 e il totale dei casi esaminati è pari a 123.240. 

MARCHE

Nelle ultime 24 ore nelle Marche sono stati registrati 421 positivi tra i 1.599 tamponi eseguiti nel percorso nuove diagnosi e altri 50 risultati nel percorso antigenico su 1.053 test ‘rapidi’. Sono, invece, 13 i deceduti riferiti al giorno precedente, 42 le persone dimesse. Lo fa sapere il Servizio sanità della Regione. Sul fronte tamponi molecolari ne sono stati testati in tutto 3.180 (1.581 nel percorso guariti): il rapporto positivi/tamponi rimane alto, 27 per cento considerando solo le nuove diagnosi e 13,23 per cento invece la percentuale sul totale di tamponi. 

ABRUZZO

Sono complessivamente 28.801 i casi positivi registrati in Abruzzo dall’inizio dell’emergenza. Rispetto a ieri si registrano 381 nuovi casi (di età compresa tra 1 e 95 anni). Il bilancio dei pazienti deceduti registra 21 nuovi casi e sale a 927. Nel dato odierno sono compresi 4 casi risalenti ai giorni scorsi e comunicati solo oggi dalle Asl. Nel numero dei casi positivi sono compresi anche 9.890 dimessi/guariti (+564 rispetto a ieri). Gli attualmente positivi in Abruzzo (calcolati sottraendo al totale dei positivi, il numero dei dimessi/guariti e dei deceduti) sono 17.984 (-204 rispetto a ieri). Dall’inizio dell’emergenza sono stati eseguiti complessivamente 419.970 test (+4.384 rispetto a ieri); 703 pazienti (+6 rispetto a ieri) sono ricoverati in ospedale in terapia non intensiva; 74 (-2 rispetto a ieri) in terapia intensiva, mentre gli altri 17207 (-208 rispetto a ieri) sono in isolamento domiciliare con sorveglianza attiva da parte delle Asl.

Dall’inizio dell’emergenza coronavirus, sono stati eseguiti complessivamente 419.970 test (+4.384 rispetto a ieri). 703 pazienti (+6 rispetto a ieri) sono ricoverati in ospedale in terapia non intensiva; 74 (-2 rispetto a ieri) in terapia intensiva, mentre gli altri 17.207 (-208 rispetto a ieri) sono in isolamento domiciliare

CAMPANIA

In Campania l’unità di crisi regionale segnala che i casi del giorno sono 1.842, di cui 185 sintomatici e 1.657 asintomatici, su 19.759 tamponi processati nelle ultime 24 ore. La percentuale dei positivi sui tamponi è del 9,3 per cento. I morti per Covid sono 43, di cui 22 deceduti nelle ultime 48 ore e 21 nei giorni precedenti ma registrati ieri. Il numero dei guariti (2.183) supera ancora quello dei nuovi contagiati. Dall’inizio dell’emergenza ad oggi i contagiati in Campania sono stati 158.274 su 1.615.159 tamponi. I deceduti sono stati 1.746, 54.015 i guariti.

Sono 173 i posti letto di terapia intensiva occupati da pazienti Covid in Campania, 6 in meno rispetto al dato di ieri. In calo anche i posti letto di degenza occupati: sono 2.064, -35 rispetto a ieri. In Campania sono 656 i posti letto di terapia intensiva complessivamente disponibili su base regionale, mentre sono 3.160 i posti letto di degenza disponibili tra posti letto Covid e offerta privata.

MOLISE

Made with Flourish
BASILICATA

Sono 170, di cui 154 lucani, i nuovi casi positivi al Covid-19 accertati ieri in Basilicata a fronte dei 1451 tamponi processati.  Nella stessa giornata, sono state registrate 80 guarigioni e nessun decesso. I ricoveri, stabili, a quota a 179, di cui 21 in terapia Intensiva.

PUGLIA

Su 9.693 test sono stati registrati oggi in Puglia 1.668 casi positivi: 878 in provincia di Bari, 87 in provincia di Brindisi, 206 nella provincia BAT, 208 in provincia di Foggia, 98 in provincia di Lecce, 174 in provincia di Taranto, 11 residenti fuori regione, 6 casi di residenza non nota. Sono 29 i decessi: 9 in provincia di Bari, 2 in provincia di Brindisi, 10 in provincia di Foggia, 7 in provincia di Lecce, 1 in provincia di Taranto. Dall’inizio dell’emergenza sono stati effettuati 804.028 test, 15.341 sono i pazienti guariti, 40.760 sono i casi attualmente positivi.

Un focolaio si è sviluppato nella casa di risposo “vivere insieme” di Conversano, in provincia di Bari. Al momento a risultare contagiati sulla base dei test rapidi sono 40 dei 60 anziani ospitati nella struttura e 7 dei 15 operatori sanitari. “Attendiamo però l’esito dei tamponi molecolari effettuati dalla Asl di Bari. Domani dovremmo avere comunicazioni ufficiali in merito allo screening”, spiega il sindaco di Conversano Giuseppe Lovascio. “La situazione è monitorata e sono state poste in campo – aggiunge il primo cittadino – tutte le forze necessarie a far fronte all’emergenza”.

CALABRIA

In Calabria ad oggi sono stati sottoposti a test 359.679 persone per un totale di 369.710 tamponi eseguiti (allo stesso soggetto possono essere effettuati più test). Le persone risultate positive sono 17.262 (+230 rispetto a ieri), quelle negative 339.689. Sono questi i dati giornalieri relativi all’epidemia da Covid-19 comunicati dal dipartimento Tutela della Salute, che fanno registrare 411 ricoverati (-6), 36 persone in terapia intensiva (-4), 6.062 guariti/dimessi (+300) e 301 morti (+9).
I casi attualmente attivi sono 10.890.

SICILIA

Sono 1.483 su 11.536 tamponi processati i nuovi casi registrati nelle ultime ore in Sicilia, dove il numero complessivo dei positivi è di 39.731. Le vittime in un solo giorno sono state 27 (1.616 dall’inizio dell’emergenza sanitaria), mentre è boom di guariti: 2.455. Degli attuali positivi i ricoverati con sintomi sono 1.494, mentre si trovano in terapia intensiva 220 pazienti. 

SARDEGNA

Sono 445 i nuovi casi in Sardegna, dove il numero di vittime sale a 453, con altri quattro decessi segnalati dall’ultimo aggiornamento dell’unità di crisi regionale. I ricoveri risultano in calo, ma i pazienti in isolamento domiciliari sono 13.240. Da marzo nell’isola sono stati riscontrati 22.340 casi di coronavirus. In totale sono stati eseguiti 379.431 tamponi con un incremento di 3.297 test. È di 66 (-2) il numero dei pazienti in terapia intensiva.

Crediti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *