Categorie
cronaca

Coronavirus, il bollettino di oggi 2 novembre: oggi 22.253 casi con 135mila tamponi, I morti sono 233

Ieri 29.907 nuovi contagi e 208 vittime con 183.457 tamponi. La regione con più casi giornalieri rimane la Lombardia, +5.278, seguita da Campania (+2.861), Toscana (+2.009), Piemonte (+2.003) e Lazio (+1.859). Gli aumenti minori in Molise (+101), Basilicata (+111) e Valle… …

Diminuiscono ancora i contagi per Covid in Italia, anche a causa dell'”effetto weekend” e la relativa riduzione dei tamponi processati: i nuovi casi sono 22.253 (ieri  29.907), secondo il bollettino del ministero della Salute, ma con soli 135.731 tamponi (ieri 183.457), oltre 47mila test in meno. Il rapporto positivi-tamponi rimane abbastanza stabile, al 16,39% (ieri 16,30%).

In aumento invece i decessi, 233 oggi (contro i 208 di ieri), per un totale di 39.059. Lieve rallentamento nella crescita delle terapie intensive, +83 (ieri +96), tornate sopra quota duemila (2.022), mentre i ricoveri sono 938 (ieri 936), per un totale di 19.840. Sempre nelle ultime 24 ore i pazienti guariti/dimessi sono stati 3.637.

I guariti sono in aumento, 6.637 (ieri 2.954), per un totale di 296.017. Il numero delle persone attualmente positive cresce quindi meno: +18.383 oggi contro +26.743 di ieri. In tutto i positivi attuali sono 396.512. Di questi, 374.650 sono in isolamento domiciliare, 17.362 più di ieri. Il totale dei contagiati dall’inizio dell’emergenza sale così a 731.588 mentre le vittime a 39.059.

Tra le regioni con il maggior numeri di nuovi contagiati individuati domina sempre la Lombardia con 5.278 (ieri 8.607), poi Campania 2.861 (ieri 3.860), Toscana 2.009 (ieri 2.379), Piemonte 2.003 (ieri 2.024), Lazio 1.859 (ieri 2.351), Emilia Romagna 1.652 (ieri 1.758), Veneto 1.544 (ieri 2.300). Gli aumenti minori si registrano in Molise (+101), Basilicata (+111) e Valle d’Aosta (122).

Le forze di polizia impegnate in tutta Italia nelle verifiche del rispetto delle misure anti Covid nella giornata di ieri hanno controllato 64.120 persone, 412 delle quali sono state sanzionate amministrativamente; 21 i denunciati per aver eluso gli obblighi di quarantena imposti dalla positività al virus. I dati sono forniti dal Viminale. Sempre ieri, sono stati controllai 8.855 tra attività ed esercizi commerciali: 48 i titolari sanzionati, 17 i provvedimenti di chiusura.
 

VALLE D’AOSTA

Altri cinque decessi e 122 nuovi casi positivi al Covid-19 sono stati registrati nelle ultime 24 ore in Valle d’Aosta. È quanto riporta il bollettino dell’Unità di crisi per l’emergenza coronavirus. Il totale dei contagiati attuali sale a 2.012, di cui 1.833 in isolamento domiciliare e 179 ricoverati nei reparti dell’ospedale Parini e nella clinica di Saint-Pierre (12 in terapia intensiva). Il totale dei decessi nella seconda ondata di contagi sale a 33 (179 dall’inizio della pandemia).

PIEMONTE
La Città di Torino mette le proprie strutture a disposizione della Regione Piemonte per allestire un centro di ricovero di malati Covid. Palazzo Civico conferma così l’ipotesi di allestire un Covid Hospital da 500 posti letto nell’area di Torino Esposizioni, al Parco del Valentino. A questo scopo, questa mattina, spiega ancora l’amministrazione comunale, l’Unità di crisi regionale ha già effettuato “un sopralluogo tecnico al Padiglione 5 del Valentino”, quello che di solito ospita iniziative come Natale in Giostra, “per verificare la fattibilità dell’operazione”. Al sopralluogo era presente anche la sindaca Appendino.

LIGURIA

LOMBARDIA

Oggi in Lombardia si sono registrati 5.278 nuovi positivi al covid e 46 morti. In totale, dall’inizio della pandemia, i decessi in regione sono 17.635. Oggi sono stati effettuati 24.087 tamponi, per un totale di 3.008.361. Ieri, a fronte di 39.658 tamponi effettuati, c’erano stati 8.607 contagi e 54 morti.

TRENTINO
Ancora tre decessi in Trentino e 187 nuovi casi positivi, su 937 tamponi analizzati,  mentre sale il numero dei ricoveri (189) e dei pazienti in terapia intensiva (11). Lo comunica l’Azienda provinciale per i servizi sanitari aggiungendo che i contagiati fra gli over 70 sono 33 e che sono emersi altri 22 casi di bambini e ragazzi in età scolare in merito ai quali si stanno perfezionando gli approfondimenti per stabilire se disporre la quarantena per le rispettive classi (ieri quelle in isolamento erano 181).

ALTO ADIGE

I laboratori dell’Azienda sanitaria altoatesina nelle ultime 24 ore hanno effettuato 2.279 tamponi e hanno registrato 437 nuovi casi positivi. Sono 4 i decessi. I pazienti Covid-19 ricoverati nei normali reparti ospedalieri sono 223, 70 quelli nelle strutture private convenzionate e 84 in isolamento nella struttura di Colle Isarco. Aumentano da 17 a 23 i pazienti Covid ricoverati nei reparti di terapia intensiva.
 

FRIULI VENEZIA GIULIA

Oggi in Friuli Venezia Giulia sono stati rilevati 218 nuovi contagi (2.557 tamponi eseguiti) e 5 decessi da Covid-19. Lo ha comunicato il vicegovernatore con delega alla Salute, Riccardo Riccardi. Le persone risultate positive al virus in regione dall’inizio della pandemia ammontano in tutto a 11.462, di cui: 3.823 a Trieste, 4.278 a Udine, 2.054 a Pordenone e 1.185 a Gorizia, alle quali si aggiungono 122 persone da fuori regione. I casi attuali di infezione sono 5.618. Sono 37 i pazienti in cura in terapia intensiva e 179 i ricoverati in altri reparti. I decessi complessivamente ammontano a 403. I totalmente guariti sono 5.441, i clinicamente guariti 65 e le persone in isolamento 5.337.
 

VENETO

Sono 1.544 i nuovi positivi al coronavirus in Veneto nelle ultime 24 ore (60.797 in totale dall’inizio dell’emergenza). A dirlo sono i dati della Regione Veneto che registrano anche nove decessi in più rispetto a ieri ma un calo sostanziale delle persone in isolamento domiciliare, 1125 in meno rispetto a ieri (15.743 in totale).
 

EMILIA – ROMAGNA

Sono 1.652 nelle ultime 24 ore i casi in Emilia-Romagna, trovati su un numero più basso di tamponi rispetto ai giorni scorsi, 10.299. La percentuale di nuovi positivi su tamponi fatte sale al 16%. Continuano a crescere i ricoverati, 138 in terapia intensiva (+6), 1.382 quelli in altri reparti Covid (+115). E si registrano altri 17 morti, tra i 72 e i 94 anni. Dei nuovi contagiati, sono 789 gli asintomatici individuati nell’ambito delle attività di contact tracing e screening; 280 persone erano già in isolamento al momento e 359 sono state individuate nell’ambito di focolai già noti. L’età media è 42 anni. La situazione dei contagi nelle province vede Bologna con 371 nuovi casi, poi Modena (344), Reggio Emilia (260), Ravenna (139), Rimini (122), Piacenza (106), Parma (90) e Ferrara (89). Seguono Forlì (60), Cesena (48) e Imola (23). I casi attivi sono 26.492 (+1.575), di cui 24.972 in isolamento a casa (+1.454 rispetto a ieri), il 94%. I guariti sono 28.093 (+60).

TOSCANA
 

In Toscana sono 48.651 i casi di positività, 2.009 in più rispetto a ieri. I nuovi casi sono il 4,3% in più rispetto al totale del giorno precedente. I guariti crescono dell’1,5% e raggiungono quota 15.529 (31,9% dei casi totali). I tamponi eseguiti hanno raggiunto quota 1.118.732, 12.017 in più rispetto a ieri. Gli attualmente positivi sono 31.735, +5,9% rispetto a ieri. I ricoverati sono 1.399 (120 in più rispetto a ieri), di cui 182 in terapia intensiva (9 in più). Si registrano 24 nuovi decessi: 16 uomini e 8 donne con un’età media di 82,9 anni. La Toscana si trova al 8° posto in Italia come numerosità di casi (comprensivi di residenti e non residenti), con circa 1.304 casi per 100.000 abitanti (media italiana circa 1.175 x100.000, dato di ieri).

La Torre di Pisa da domani sarà chiusa al pubblico. L’Opera della Primaziale pisana anticipa così quella che appare la direzione del Governo, di chiudere cioè musei e luoghi della cultura. Una chiusura temporanea, per ora fino al 3 dicembre, che l’Opera si riserva di anticipare o posticipare in relazione alla situazione e alle nuove disposizioni.  Per la seconda volta in un anno, il monumento simbolo della città di Pisa e dell’Italia nel mondo chiude alle visite. L’ultima volta era successo diversi anni fa, il 7 gennaio 1990, quando la sua pendenza si era pericolosamente ‘aggravata’ e fu necessaria una imponente e duratura operazione di restauro e consolidamento.

UMBRIA

LAZIO

Si riduce il numero dei nuovi positivi nel Lazio. “Su quasi 20mila tamponi oggi si registrano 1.859 casi”, rende noto l’assessore alla Sanità regionale, Alessio D’Amato. Ieri i nuovi positivi erano stati 2.351 su circa 23mila tamponi eseguiti. Aumentano invece i decessi: oggi sono 23 a fronte dei 19 di ieri. I guariti nelle ultime 24 ore sono stati 159. “Dopo una settimana scendiamo sotto i 2 mila casi a livello regionale e per il secondo giorno consecutivo sotto i mille a Roma – ha sottolineato l’assessore – È ancora presto per capire la stabilità della curva”. 
 

MARCHE

Nell’ultima giornata 373 positivi al coronavirus nelle Marche su 1.184 tamponi del percorso nuove diagnosi (31,5%). Lo comunica il Servizio Sanità della Regione: in tutto testati 1.773 tamponi di cui 589 nel percorso guariti. I casi delle ultime 24ore comprendono soggetti sintomatici (55), contatti in setting domestico (88), contatti stretti di casi positivi (82), in setting lavorativo (10), in ambienti di vita/divertimento (19), in setting assistenziale (5), in setting scolastico/formativo (13), screening percorso sanitario (3). Per altri 98 casi sono in corso le indagini epidemiologiche.
 

ABRUZZO

Sono complessivamente 11519 i casi positivi al Covid 19 registrati in Abruzzo dall’inizio dell’emergenza. Rispetto a ieri si registrano 478 nuovi casi (di età compresa tra 1 e 94 anni). Dei nuovi casi, 237 sono riferiti a tracciamenti di focolai già noti. Nel numero dei casi positivi sono compresi anche 3872 dimessi/guariti (+18 rispetto a ieri). Gli attualmente positivi in Abruzzo (calcolati sottraendo al totale dei positivi, il numero dei dimessi/guariti e dei deceduti) sono 7091. Dall’inizio dell’emergenza Coronavirus, sono stati eseguiti complessivamente 294594 test (+3537 rispetto a ieri). 401 pazienti (+20 rispetto a ieri) sono ricoverati in ospedale in terapia non intensiva; 33 (+1 rispetto a ieri) in terapia intensiva, mentre gli altri 6657 (+447 rispetto a ieri) sono in isolamento domiciliare con sorveglianza attiva da parte delle Asl.
 

CAMPANIA

Sono 2.861 I nuovi casi di covid-19 in Campania, mille meno di ieri, ma cala il numero di tamponi processati nelle ultime 24 ore che sono 15.632, 7Mila meno di ieri. Lo comunica l’unità di crisi regionale. I nuovi positivi sintomatici sono 206, mentre gli asintomatici sono 2.655. Aumentano i decessi, sono 24 oggi, ma sale anche il numero di guariti, pari a 1.245 Nelle ultime 24 ore. Dall’inizio dell’emergenza covid sono risultate positive 62.461 Persone su 996.251 Tamponi. Il totale dei deceduti è 700, 12.991 Quello dei guariti.

MOLISE
 

BASILICATA

Centoventuno nuovi contagi di coronavirus in Basilicata sono emersi ieri a fronte dei 1605 tamponi processati. Una ventina di casi si riferiscono a cittadini residenti fuori regione. Nove le persone guarite e due quelle decedute ieri. Salgono, invece, a 101 i lucani ricoverati negli ospedali, di cui tredici nei reparti di terapia intensiva di Potenza e Matera.
 

PUGLIA

Sono 626 i nuovi casi di Covid registrati in Puglia, a fronte di 4.060 test effettuati I casi positivi sono così suddivisi: 206 in provincia di Bari, 71 nella Bat, 47 in provincia di Brindisi, 169 in provincia di Foggia, 87 di Lecce, 41 Taranto, 5 casi di residenti fuori regione. Sono stati registrati 9 decessi: 3 in provincia di Bari, 2 in provincia di Brindisi, 4 in provincia di Foggia. Dall’inizio dell’emergenza sono stati effettuati 567.098 test e risultate positive 19-928 persone. 6.619 sono i pazienti guariti; 12.569 sono i casi attualmente positivi.
 

CALABRIA

“In Calabria ad oggi sono stati sottoposti a test 277.221 soggetti per un totale di tamponi eseguiti 280.187 (allo stesso soggetto possono essere effettuati più test). Le persone risultate positive al coronavirus sono 5.564 (+254 rispetto a ieri), quelle negative 271.657”. Lo rende noto la Regione nel bollettino quotidiano dei dati relativi al coronavirus: i decessi dall’inizio dell’emergenza sono 118 (+1 rispetto a ieri). Crescono i ricoverati in terapia intensiva. Oggi sono 19, 6 in più rispetto a ieri.

SICILIA
Sono 1.024 i nuovi contagiati in Sicilia che fanno salire il totale dei casi attuali a 16.064: 1.025 ricoverati con sintomi, 142 in terapia intensiva (+10) e 14.897 in isolamento domiciliare. Sono 536 i deceduti, 18 in più rispetto a ieri; 23.877 i casi totali, 7.277 i dimessi guariti, con un incremento di tamponi effettuati pari a 8.034.
 

SARDEGNA

Sono 10.154 i casi di positività complessivamente accertati in Sardegna dall’inizio dell’emergenza. Nell’ultimo aggiornamento dell’Unità di crisi regionale si registrano 324 nuovi casi, 232 rilevati attraverso attività di screening e 92 da sospetto diagnostico. Si registra una vittima (235 in tutto): un uomo di 58 anni residente nella provincia di Oristano.
In totale sono stati eseguiti 273.941 tamponi con un incremento di 3.367 test. Sono invece 339 i pazienti attualmente ricoverati in ospedale in reparti non intensivi (+3 rispetto al dato di ieri), mentre resta invariato il numero dei pazienti in terapia intensiva: 43. Le persone in isolamento domiciliare sono 6.271. Il dato progressivo dei casi positivi comprende 3.200 (+48) pazienti guariti, più altri 66 guariti clinicamente. Sul territorio, dei 10.154 casi positivi complessivamente accertati, 2.050 (+79) sono stati rilevati nella Città Metropolitana di Cagliari, 1.623 (+44) nel Sud Sardegna, 864 (+3) a Oristano, 1.301 (+49) a Nuoro, 4.316 (+149) a Sassari. Crediti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *