Categorie
cronaca

Coronavirus, il bollettino di oggi, 8 dicembre: 14.842 nuovi casi con 149mila tamponi. Le vittime sono 634

Ieri i nuovi casi erano stati13.720 su 111.217 tamponi. I morti erano 528. Il rapporto tra positivi e tamponi è del 9,9%, in netto calo rispetto a ieri (era del 12,3%). Le regioni con il maggior numero di contagi sono Veneto (3.145), Lombardia (1.656) , Emilia-Romagna (1.624) e… …

Sono 14.842 i positivi al coronavirus con 149.232 tamponi nelle ultime 24 ore, secondo il bollettino del ministero della Salute. Il rapporto tra positivi e tamponi è del 9,9 per cento, in netto calo rispetto a ieri (era del 12,3%). Le vittime sono 634, per un totale di 61.240 dall’inizio della pandemia. Ieri i nuovi casi erano stati 13.720 su 111.217 tamponi. I morti erano 528. È quanto emerge dal bollettino quotidiano del ministero della Salute.

Gli attualmente positivi oggi sono 737.525, in calo di 11.294 pazienti rispetto a ieri. I dimessi/guariti odierni sono 25.497, per un totale di 958.629 dall’inizio dell’epidemia. Scende ancora il numero delle persone ricoverate nelle ultime 24 ore in terapia intensiva a 3.345, 37 in meno da ieri. I ricoverati nei reparti ordinari sono invece 443 meno di ieri, per un totale di 30.081 pazienti. Restano in isolamento domiciliare 704.099 pazienti. Il totale dei malati dall’inizio dell’emergenza è di un 1.757.394
casi.
La regione con più casi è anche oggi il Veneto, che rimane in crescita (+3.145, contro i +2.550 di ieri), seguita da Lombardia con +1656 nuovi casi (ieri +1.562), Emilia Romagna con +1.624 (ieri +1.891), Lazio con +1.501 (ieri +1.372) e Campania con +1.080 (ieri +1.060). I casi totali salgono a 1.757.394 (ieri 1.742.557).

Ancora vittime tra i medici

Nuovi lutti tra i medici. Sono 4 le vittime la cui morte è stata comunicata oggi dai presidenti degli Ordini. Tre di loro erano medici di famiglia. Salgono così a 237 i nomi che saranno ricordati sul memoriale Fnomceo dedicato ai camici bianchi positivi al Covid-19 deceduti. “Siamo tornati ai tempi di marzo”, ha commentato il presidente della Federazione nazionale degli Ordini dei medici, Filippo Anelli.

Controlli e multe

Le forze di polizia impegnate nelle verifiche delle norme di contenimento del Covid 19 nella giornata di ieri hanno controllato 66.092 persone, 734 delle quali sanzionate amministrativamente e 4 denunciate per aver eluso gli obblighi di quarantena imposti dalla positività al virus. Secondo i dati diffusi dal Viminale, 13.150 sono le attività e gli esercizi commerciali controllati, con 73 titolari sanzionati e 16 chiusure.

VALLE D’AOSTA

Nelle ultime 24 ore in Valle d’Aosta si sono registrati 18 nuovi casi positivi e 4 decessi per Covid. Scende ancora il numero dei casi positivi attuali che si attestano a 870, di questi 96 ricoverati in ospedale, 9 in terapia intensiva e 765 in isolamento domiciliare. Il totale dei decessi dall’inizio della pandemia in Valle d’Aosta è di 339. I guariti sono in tutto 5.557.

PIEMONTE

Prosegue il calo dei ricoverati in Piemonte. L’aggiornamento dell’Unità di crisi della Regione riporta oggi una diminuzione di 15 pazienti in terapia intensiva (in totale ora sono 330) e di 119 negli altri reparti (4124). I morti sono 59 (13 relativi a oggi), i casi di positività 952, con un rapporto dell’8.3% rispetto agli 11.514 tamponi processati. Il 43.7% sono asintomatici. Le persone in isolamento domiciliare sono 60.059, i casi di guarigione 2219 in più rispetto a ieri.

Il totale è ora 6.746 deceduti risultati positivi al virus, così suddivisi per provincia: 1000 Alessandria, 402 Asti, 296 Biella, 732 Cuneo, 588 Novara, 3.125 Torino, 322 Vercelli, 215 Verbano-Cusio-Ossola, oltre a 66 residenti fuori regione ma deceduti in Piemonte.

Made with Flourish

LIGURIA

Sono 19 le persone positive morte in Liguria tra il 12 novembre e il 7 dicembre. Lo riporta l’ultimo bollettino diffuso dalla Regione: le vittime, da inizio emergenza, sono salite a 2.563. Scende invece il numero dei ricoveri: negli ospedali liguri ci sono oggi 932 persone, 27 in meno di ieri. Di queste, 91 sono in terapia intensiva. Nel report odierno si contano altri 266 positivi; nelle ultime 24 ore sono stati effettuati 3.957 tamponi molecolari, 631.209 da inizio emergenza. In un giorno effettuati anche 4.735 tamponi antigenici rapidi, 96.493 dal 2 novembre.

LOMBARDIA

I nuovi casi positivi in Lombardia sono 1.656 (di cui 162 ‘debolmente positivi’). Il totale complessivo dei guariti/dimessi è di 297.290 (+5.699), di cui 6.507 dimessi e 290.783 guariti. In terapia intensiva: 767 (-14). I ricoverati non in terapia intensiva: 6.187 (-175). Il totale complessivo dei decessi è di 23.208 (+128). I tamponi effettuati: 16.276 totale complessivo: 4.312.365.

PROVINCIA DI TRENTO

Tributo pesante anche oggi a causa del Covid-19 che provoca altre 12 vittime in Trentino. Si tratta di 3 donne e di 9 uomini. La vittima più giovane aveva 71 anni, quella più vecchia invece 100. L’età media degli ultimi decessi – metà dei quali avvenuti in Rsa – è pari a 86 anni. Su quasi 4.000 tamponi effettuati, sono stati identificati 149 nuovi casi positivi al molecolare ai quali se ne affiancano altri 245 segnalati dai test rapidi.

PROVINCIA DI BOLZANO

In Alto Adige il numero dei decessi giornalieri torna ad essere in doppia cifra. Nella giornata di ieri sono morte 11 persone a seguito del Covid-19 o per complicanze ad esso collegato. I decessi complessivi dall’inizio della pandemia sono 594. In calo le nuove persone contagiate dal coronavirus, 163 totali ma l’azienda sanitaria provinciale scinde le positività. Su 1.046 tamponi Pcr esaminati nelle ultime 24 ore, 79 sono risultati positivi mentre su 1.629 test antigenici eseguiti, 84 hanno dato esito positivo. In totale su 152.639 persone sottoposte a tampone Pcr, 25.555 sono risultate positive. In calo i ricoveri negli ospedali. I pazienti Covid ricoverati nei normali reparti sono 237 (il dato di ieri era 254), 30 quelli che necessitano della terapia intensiva (ieri erano 33) e 146 quelli ricoverati nelle strutture private convenzionate. Netto incremento delle persone in isolamento domiciliare che da 5.400 di ieri, oggi sono 7.166. Le persone guarite totali sono 14.078, 102 in più rispetto al dato di ieri.

Made with Flourish

FRIULI VENEZIA GIULIA

Oggi in Friuli Venezia Giulia sono stati rilevati 658 nuovi contagi (il 10,24 per cento dei 6.427 tamponi eseguiti). Sono inoltre stati registrati 21 decessi da Covid-19, a cui si aggiungono ulteriori 9 morti pregresse inserite oggi a sistema e afferenti al periodo dall’1 al 6 dicembre. 

Nel settore delle residenze per anziani sono stati rilevati 42 casi di persone ospitate nelle strutture regionali, mentre gli operatori sanitari che sono risultati contagiati all’interno delle stesse strutture sono in totale 6. Le persone risultate positive al virus in regione dall’inizio della pandemia ammontano in tutto a 36.484, di cui: 8.223 a Trieste, 16.148 a Udine, 7.291 a Pordenone e 4.378 a Gorizia, alle quali si aggiungono 444 persone da fuori regione.

I casi attuali di infezione risultano essere 15.366. Salgono a 64 i pazienti in cura in terapia intensiva mentre scendono a 658 i ricoverati in altri reparti. I decessi complessivamente ammontano a 1.089, con la seguente suddivisione territoriale: 360 a Trieste, 443 a Udine, 226 a Pordenone e 60 a Gorizia. I totalmente guariti sono 20.029, i clinicamente guariti 489 e le persone in isolamento 14.155.

VENETO

Nuovo balzo nel numero dei contagiati in Veneto: nelle ultime 24 il bollettino della Regione ne conteggia 3.145 di nuovi. I casi attualmente positivi sono 79.748. I deceduti rispetto a ieri sono 113 in più. Il dato complessivo è di 4.374 morti da inizio pandemia.

EMILIA – ROMAGNA

In Emilia-Romagna si contano ancora 49 nuove vittime, in gran parte persone anziane, ma fra loro anche un uomo di 58 anni a Rimini. I nuovi contagi scoperti nelle ultime 24 ore sono 1.626, sulla base di 16.576 tamponi messi a referto. Circa la metà (825) sono asintomatici, individuati grazie al contact tracing e alle attività di screening. Aumentano i pazienti dichiarati guariti e i casi attivi scendono a 66.522, il 95,6% dei quali in isolamento domiciliare perché non necessitano di cure particolari. I ricoverati in terapia intensiva sono 234, cinque in meno di ieri, i pazienti negli altri reparti Covid sono 2.781 (-24). Le nuove vittime sono 13 a Modena, otto nella provincia di Forl-Cesena, sei a Rimini e Ferrara, quattro a Ravenna, tre a Bologna, Reggio Emilia, Parma e Piacenza.

SAN MARINO

Nella Repubblica di San Marino si sono registrati 32 nuovi casi di positività nelle ultime 24 ore. Lo comunica l’Istituto di sicurezza sociale sammarinese. Considerati i 54 guariti, i casi attivi scendono a 292. All’ospedale di Stato sono ricoverate 29 persone di cui sette in terapia intensiva.

TOSCANA

In Toscana sono 109.418 i casi di positività, 428 in più rispetto a ieri. I nuovi casi sono lo 0,4% in più rispetto al totale del giorno precedente. I guariti crescono del 3,1% e raggiungono quota 80.461 (73,5% dei casi totali). I tamponi eseguiti hanno raggiunto quota 1.661.394, 8.110 in più rispetto a ieri, di cui il 5,3% positivo. Sono invece 2.730 i soggetti testati oggi (escludendo i tamponi di controllo), di cui il 15,7% è risultato positivo. A questi si aggiungono i 3.001 tamponi antigenici rapidi eseguiti oggi. Gli attualmente positivi sono oggi 26.024, -7,3% rispetto a ieri. I ricoverati sono 1.588 (30
in meno rispetto a ieri), di cui 253 in terapia intensiva (stabili). Purtroppo, oggi si registrano 35 nuovi decessi: 17 uomini e 18 donne con un’età media di 82,7 anni. 

UMBRIA

Scendono oggi in maniera significativa i ricoverati Covid negli ospedali dell’Umbria, 376, 19 in meno di ieri, 57 in terapia intensiva (uno in più di ieri). Si registrano comunque – riporta il sito della Regione – altri nove morti, 477. I nuovi casi registrati nelle ultime 24 ore sono stati 135, 25.344 totali, e 370 guariti, 19.121. Gli attualmente positivi al Covid scendono a 5.746, 244 in meno di ieri. Sono stati analizzati 4.005 tamponi, 442.893, con un tasso di positività del 3,37 per cento, in netta controtendenza rispetto al 17,2% di ieri.

Made with Flourish

LAZIO

Aumentano i nuovi positivi nel Lazio. Oggi, su quasi 17mila tamponi, si registrano 1.501 casi, rende noto l’assessore alla Sanità regionale, Alessio D’Amato. Ieri i nuovi positivi erano stati 1.372 su quasi 16mila tamponi. Diminuisce invece il numero dei decessi: sono 33 a fronte dei 46 di ieri (2.701 in totale). I guariti nelle ultime 24 ore sono 973. 

Nella regione calano i ricoveri ordinari, le terapie intensive e i decessi, e Roma città rimane al di sotto dei 900 nuovi casi. “Occorre mantenere il rigore per continuare ad abbassare la curva”, ha osservato tuttavia D’Amato.

Sono attualmente 94.009 le persone positive nel Lazio, contro le 93.514 di ieri. Le persone ricoverate sono 3.432, di cui 341 in terapia intensiva, numeri in calo perché ieri il totale di ricoverati era pari a 3.5.60 (di cui 351 in terapia intensiva). Le persone in isolamento sono al momento 90.577 (ieri 89.954).

MARCHE

Sono 293 i positivi nel percorso nuove diagnosi rilevati nelle ultime 24 ore nelle Marche. Secondo i dati del Servizio Sanità della Regione  sono stati testati 3.510 tamponi: 2.120 nel percorso nuove diagnosi (di cui 698 nello screening con percorso Antigenico) e 1.390 nel percorso guariti. Il maggiore numero di casi, 89, in provincia di Pesaro Urbino, seguita dalla provincia di Ascoli Piceno con 68, Ancona con 62, Macerata con 47, Fermo con 16 e 11 da fuori regione. Nel 698 test del percorso antigenico sono stati riscontrati 28 casi positivi (da sottoporre al tampone molecolare).

ABRUZZO

Sono complessivamente 30.710 i casi positivi registrati in Abruzzo dall’inizio dell’emergenza, con un aumento nelle ultime 24 ore di 312. Lo comunica l’Assessorato regionale alla Sanità. I positivi con età inferiore ai 19 anni sono 39, di cui 7 in provincia dell’Aquila, 10 in provincia di Pescara, 12 in provincia di Chieti e 10 in provincia di Teramo. Il bilancio dei pazienti deceduti registra 5 nuovi casi e sale a 994. Del totale odierno, 1 caso riguarda un decesso dei giorni scorsi e comunicato solo oggi dalla Asl. Nel numero dei casi positivi sono compresi anche 13.267 dimessi/guariti (+499 rispetto a ieri). Gli attualmente positivi in Abruzzo (calcolati sottraendo al totale dei positivi, il numero dei dimessi/guariti e dei deceduti) sono 16449 (-192 rispetto a ieri). Dall’inizio dell’emergenza, sono stati eseguiti complessivamente 44.4065 test (+3.957 rispetto a ieri). Un totale di 658 pazienti (-20 rispetto a ieri) sono ricoverati in ospedale in terapia non intensiva; 69 (-4 rispetto a ieri – si registrano 4 nuovi ricoveri, 4 dimissioni e 4 decessi) in terapia intensiva, mentre gli altri 15.722 (-168 rispetto a ieri). Del totale dei casi positivi, 9925 sono residenti o domiciliati in provincia dell’Aquila (+43 rispetto a ieri), 5931 in provincia di Chieti (+124), 6177 in provincia di Pescara (+66), 8264 in provincia di Teramo (+80), 251 fuori regione (+2) e 162 (-3) per i quali sono in corso verifiche sulla provenienza.

CAMPANIA

Sono 1.080, nelle ultime 24 ore, i casi positivi in Campania – 73 sintomatici – su 12.360. La percentuale tamponi-positivi è, dunque, pari all’8,7%. leggermene in aumento rispetto a ieri quando era 8,5%. Trentacinque le persone decedute – 11 deceduti nelle ultime 48 ore e 24 deceduti in precedenza ma registrati ieri – mentre in netto aumento i guariti che raggiungono quota 2.575 (ieri erano 1969).

Sono 140 i pazienti in terapia intensiva, 3 in più rispetto al dato diffuso ieri. In aumento anche i posti letto di degenza occupati: sono 1.898, con un aumento di 58 unità rispetto a ieri. In Campania sono 656 i posti letto di terapia intensiva disponibili su base regionale e sono 3.160 i posti letto di degenza disponibili tra posti letto Covid e offerta privata.

Covid: a Napoli in 24 ore 7mila richieste buoni alimentari

MOLISE  

BASILICATA

Sono 61 i nuovi positivi in Basilicata, nelle ultime 24 ore, dall’analisi di 1.034 tamponi. Lo ha reso noto la task force regionale, aggiungendo che è deceduta una persona residente a Matera. In un giorno sono guariti 103 pazienti (in totale sono ora 2.509). I lucani attualmente positivi sono 6.166 e di questi 6.030 sono in isolamento domiciliare. In totale, le vittime del coronavirus sono salite a 178. I ricoverati scendono  a 136: solo 15  però sono in terapia intensiva (sei a Potenza e nove a Matera). Dall’inizio dell’emergenza sono stati analizzati in Basilicata 162.939 tamponi, 151.827 dei quali sono risultati negativi.

Intanto domani nella regione gli alunni delle scuole elementari e medie torneranno a scuola: lo ha deciso il presidente della Regione, Vito Bardi, “sulla base dei dati sanitari raccolti dalla task force regionale”. Da domani, quindi, in Basilicata sarà attivo il Dpcm del Presidente del Consiglio che prevede la presenza nelle aule degli alunni dai sei ai dieci anni e di quelli dagli undici ai 13 anni.

PUGLIA

Su 9.646 test in Puglia sono stati 915 i nuovi casi positivi: 215 in provincia di Bari, 30 in provincia di Brindisi, 157 nella provincia BAT, 119 in provincia di Foggia, 85 in provincia di Lecce, 290 in provincia di Taranto, 7 residenti fuori regione, 12 casi di residenza non nota sono stati riclassificati ed attribuiti. Sono stati registrati 23 decessi: 8 in provincia di Bari, 2 in provincia di Brindisi, 6 in provincia di Foggia, 2 in provincia di Lecce, 5 in provincia di Taranto. Dall’inizio dell’emergenza sono stati effettuati 853.140 test. 17.186 sono i pazienti guariti e 47.312 sono i casi attualmente positivi. Il totale dei casi positivi Covid in Puglia è di 66.257.

Bari, folla in centro per l’Immacolata tra shopping e aperitivi. Decaro: “Dovrò prendere provvedimenti”

CALABRIA

In Calabria si registra una nuova riduzione del numero complessivo dei ricoveri per coronavirus passati nelle ultime 24 ore da 409 a 401 (-8). Il dato emerge dal bollettino quotidiano della Regione. La riduzione odierna riguarda sia le malattie infettive (-6 rispetto a ieri, per 376 ricoveri complessivi), sia le terapie intensive (-2 rispetto a ieri, per 25 ricoveri complessivi). A Catanzaro i ricoveri sono 79 (di cui 1 in terapia intensiva), a Cosenza 145 (di cui 7 in ospedale da campo e 13 in terapia intensiva), a Reggio Calabria 137 (di cui 11 in terapia intensiva), a Crotone 34, a Vibo Valentia 16.

Il sindaco di Roccabernarda (Kr), Nicola Bilotta, ha chiesto alla Regione Calabria di istituire la “zona rossa” nel comune, dove nella casa di riposo “Santa Maria” si è sviluppato un focolaio con 64 contagiati fra ospiti, operatori e dipendenti (la direzione sanitaria della Rsa, su decisione dell’Asp, è stata assunta dalla responsabile dell’Usca Maria Pompea Bernardi). Proprio a Roccabernarda la scorsa notte ha perso la vita a causa del Covid19 il medico Antonio Pugliese, 60 anni, che lavorava presso l’ufficio vaccinazioni dell’Asp di Crotone.

SICILIA

Sono 36 i nuovi decessi da coronavirus in Sicilia, e 1.148 i nuovi contagi. Lo riferisce la Protezione Civile. Il totale degli attuali positivi è 39.955 (in diminuzione di 691). I dimessi/guariti sono stati da ieri a oggi 1.803. I tamponi sono stati 9.966. In tutto le terapie intensive sono 199.

Orlando preoccupato: ?I contagi continuano, pronto a nuove misure?

SARDEGNA Si registrano 4 nuovi decessi in Sardegna nell’ultimo aggiornamento dell’Unità di crisi regionale. Le vittime sono due donne residenti nella provincia del Sud Sardegna, di 90 e 96 anni, un uomo di 76, residente nella Città Metropolitana di Cagliari, e una donna di 84 anni della provincia di Sassari. I nuovi casi di positività sono 226, 3.121 i tamponi in più eseguiti. I pazienti attualmente ricoverati in ospedale sono 616 (-3 rispetto al dato di ieri), 62 (-2) quelli in terapia intensiva. Le persone in isolamento domiciliare sono 14.482, 309 quelle in più guarite. Dei 24.778 casi positivi complessivamente accertati, 5.353 (+63) sono stati rilevati nella Città Metropolitana di Cagliari, 3.926 (+38) nel Sud Sardegna, 1.981 (+5) a Oristano, 4.616 (+3) a Nuoro, 8.902 (+117) a Sassari. Crediti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *