Categorie
cronaca

Coronavirus, in Puglia 788 positivi con meno di 4.400 tamponi. Le vittime sono 31

Per la seconda settimana consecutiva curva dei positivi in discesa. Scende anche la percentuale dei tamponi positivi …

Cala ancora il numero dei tamponi effettuati in Puglia e, di conseguenza diminuisce il numero dei positivi. Lunedì 21 dembre sono stati registrati 788 nuovi casi su 4.377 tamponi. A livello provinciale sono così suddivisi: 237 in provincia di Bari, 17 a Brindisi, 62 nella Bat, 422 in provincia di Foggia, 33 in provincia di Lecce, 17 in provincia di Taranto, 1 residente fuori regione. Un caso di residenza non nota è stato riclassificato e attribuito.

In lieve aumento il numero delle vittime: 31. Sono 13 in provincia di Bari, 3 nella provincia Barletta Andria Trani, 13 in provincia di Foggia, 2 in provincia di Taranto. In tutta la regione gli attualmente positivi sono 53.574, con il numero più alto – 31.327 – nella provincia di Bari. Segue il Foggiano con 18.066

Maggiore evidenza sull’andamento dei contagi emerge aggregando i dati su base settimanale. E per la seconda settimana consecutiva la curva dei positivi pugliesi appare in discesa: la media nella settimana appena trascorsa è di circa 1.089 nuovi casi al giorno, in discesa dell’11,67 per cento rispetto a 7 giorni prima. Era da metà novembre – quando però i casi erano in crescita – che non si registravano cifre simili. A scendere è anche la percentuale dei tamponi positivi rispetto a quelli effettuati, pari all’11,98 rispetto al 15,48 per cento della settimana prima.

Sono più che raddoppiati i guariti totali in 7 giorni (5.656 contro i precedenti 2.097), ma sono aumentati anche i decessi (245 in totale contro 222). Continua anche la graduale decrescita dei pazienti ricoverati (da una domenica all’altra passati da 1.738 in tutti i reparti a 1.609, di cui da 191 a 169 in terapia intensiva), al netto del fatto che si tratta di una sommatoria tra pazienti che hanno visto migliorare la loro condizione di salute tanto da lasciare l’ospedale e pazienti deceduti.

Crediti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *