Categorie
cronaca

Coronavirus, in Puglia nuovi casi ancora in calo: 145 su 4.330 test. Le vittime tornano a salire: 21

Gli attualmente positivi in totale sono oltre 37mila 600 mentre il numero complessivo delle vittime è arrivato a 6.283 …

In Puglia calano decisamente i nuovi casi di Covid: sono 145 su 4.330 test, un numero relativamente basso come capita ogni fine settimana. La suddivisione territoriale riportata nel Bollettino epdemiologico di lunedì 17 maggio, vede 23 casi in provincia di Bari, 23 iin quella di Brindisi, 11 nella Bat, 33 in provincia di Foggia, 52 Lecce e 3 in provincia di Taranto.

Torna a salire il numero dei decessi: 21 decessi con il numero colpessivo salito a 6.283. Tre sono in provincia di Bari, 2 in quella di Brindisi, 6 nella Bat, 8 in provincia di Foggia, 2 in provincia di Taranto.

Gli attualmente positivi sono 37.627 su un totale di quasi 246mila 500 casi dall’inizio della pandemia. Negli ospedali sono ricoverati 1.223 pugliesi

Un quadro più chiaro sull’andamento della curva epidemica si può ottenere osservando i dati quotidiani aggregati sulla base di 7 giorni, utilizzando le date di trasmissione da parte della Regione. La settimana appena trascorsa è stata caratterizzata da una ulteriore discesa dei casi del 38 per cento rispetto alla settimana precedente: sono stati registrati in media circa 523 positivi giornalieri, il dato più basso del 2021, anche se con meno tamponi effettuati rispetto alla settimana precedente (-16 per cento). Era dalla settimana 21-27 ottobre 2020 che non si registravano meno casi, quando oltretutto la curva dei contagi era in crescita e non in calo come da un mese a questa parte.

Scendono anche i decessi (158 in una settimana contro i 191 precedenti) e crescono i guariti (9.123 contro 9.014). Anche i ricoverati, in costante diminuzione, restano sotto le soglie di saturazione indicate dal ministero della Salute (attualmente 22 per cento di posti occupati in terapia intensiva contro il limite del 30 e 30 per cento in area non critica rispetto al limite del 40).

Crediti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *