Categorie
cronaca

Coronavirus Italia, il bollettino di oggi 16 giugno: 1400 nuovi casi e 52 decessi

Il tasso di positività rimane praticamente invariato allo 0,7% (ieri 0,6%) …

Prosegue il trend di calo della curva epidemica in Italia. I nuovi casi sono 1.400, contro i 1.255 di ieri ma soprattutto i 2.199 di mercoledì scorso. Con 203.173 tamponi, 9mila meno di ieri, ma il tasso di positività rimane praticamente invariato allo 0,7% (ieri 0,6%).

I decessi sono 52 (ieri 63), per un totale di 127.153 vittime dall’inizio dell’epidemia.

Sempre in discesa i ricoveri, con le terapie intensive che sono 33 in meno (ieri -32) con appena 9 ingressi del giorno (e nessun ingresso in ben 16 regioni), e sono ora 471. Giù anche i ricoveri ordinari, 269 in meno (ieri -132), 3.064 in totale. E’ quanto emerge dal bollettino quotidiano del ministero della Salute.

In Italia sono 100mila le persone attualmente positive, per l’esattezza sono 101.855 (-4.051 rispetto a ieri): non succedeva dalla metà dello scorso ottobre. E dall’inizio della pandemia i guariti sono stati 4.019.424 (+4.996). I casi totali dall’inizio dell’epidemia sono 4.248.432, i morti 127.153.

A livello territoriale, le Regioni con il maggior numero di casi sono la Lombardia (256), la Sicilia (168), la Campania (167) e il Lazio (143).

VALLE D’AOSTA

Rallenta ancora il numero di positivi al Covid-19 in Valle d’Aosta. Sui 104 casi testati nelle ultime 24 ore, è stato rilevato un solo positivo. Sono 81 i casi positivi attuali, nove in meno di ieri, di cui 79 in isolamento domiciliare e due ricoverati all’Ospedale Parini, nel reparto Malattie Infettive. Nell’ultima giornata non sono stati rilevati nuovi decessi, ma vi è stato un nuovo ricovero. Dieci le persone dichiarate invece guarite.

TRENTINO

Per il quarto giorno consecutivo in Trentino non si registrano decessi da Covid-19. Lo comunica l’Azienda provinciale per i servizi sanitari che dà conto anche di 4 nuovi contagi su 1.754 tamponi analizzati.
Ieri sono stati analizzati dal laboratorio di microbiologia dell’ospedale Santa Chiara 701 tamponi molecolari che hanno individuato un nuovo caso; da 1.053 test rapidi sono emersi 3 positivi. Fra i nuovi contagi ci sono anche 2 bambini tra 0 e 5 anni e uno solo in fascia 60-69 anni, mentre nessuno fra gli ultra settantenni e ultra ottantenni. I pazienti ricoverati in ospedale, dove ieri non ci sono stati nuovi ingressi né dimissioni, sono 13, di cui 3 in rianimazione.
Le vaccinazioni hanno raggiunto quota 377.671, comprese 135.860 seconde dosi. Il dato riferito ad ultra ottantenni è si 65.230 dosi, quello in fascia 70-79 anni invece di 78.673 dosi, mentre per la categoria 60-69 anni la cifra sale a 84.743.

Made with Flourish

ALTO ADIGE

In Alto Adige sono 10 i nuovi casi di Covid-19 su 3.197 tamponi processati nella giornata di ieri. Per il quarto giorno consecutivo non sono stati registrati decessi che restano 1.180 dall’11 marzo 2020, giorno del primo decesso riconducibile al coronavirus in provincia di Bolzano. Le positivita’ sono 5 su 597 tamponi molecolari esaminati e 5 su 2.600 test antigenici effettuati. Su 220.987 persone sottoposte a tampone molecolare, 48.592 sono risultate positive. Le persone trovate positive ad un test rapido sono 26.190. I guariti totali sono 73.240. Stabile il numero dei pazienti Covid ricoverati, 9 nei normali reparti e 2 in terapia intensiva.

PIEMONTE

Coronavirus, Pregliasco: ”Gli studi confermano l’efficacia del mix vaccini, valido anche per over 60″

VENETO

Sono 50 finora i casi di variante Delta del Covid individuati in Veneto dai laboratori dell’Istituto Zooprofilattico delle Venezie, il centro ‘sentinella’ della Sanità regionale. Lo ha riferito oggi la direttrice, Antonia Ricci, spiegando che la maggior parte fanno riferimento ad un unico cluster, sviluppatosi in un’azienda del trevigiano, che si è propagato con i contatti dei dipendenti ad una serie di nuclei familiari, i cui soggetti sono stati tracciati e isolati dall’Ulss 2. “Attualmente il focolaio – ha aggiunto – è in fase di spegnimento”. Sono stati poi individuati altri casi isolati di variante Delta, tutti legati a rientri dall’India, orai tracciati ed isolati.

Made with Flourish

LOMBARDIA

FRIULI VENEZIA GIULIA

Oggi in Friuli Venezia Giulia su 4.640 tamponi molecolari sono stati rilevati 21 nuovi contagi (di cui tre riguardanti migranti-richiedenti asilo presenti nel territorio di Trieste) con una percentuale di positività dello 0,45%. Sono inoltre 1.418 i test rapidi antigenici realizzati, dai quali sono stati rilevati 2 casi (0,14%). Nella giornata odierna non si registrano decessi, i ricoveri nelle terapie intensive scendono a 2 mentre quelli in altri reparti calano a 8. Lo comunica il vicegovernatore con delega alla Salute, Riccardo Riccardi.
I decessi complessivamente ammontano a 3.795, con la seguente suddivisione territoriale: 818 a Trieste, 2.008 a Udine, 675 a Pordenone e 294 a Gorizia. I totalmente guariti sono 93.434, i clinicamente guariti 5.639, mentre le persone in isolamento oggi scendono a 4.530. Dall’inizio della pandemia in Friuli Venezia Giulia sono risultate positive complessivamente 107.408 persone con la seguente suddivisione territoriale: 21.356 a Trieste, 50.715 a Udine, 21.034 a Pordenone, 13.092 a Gorizia e 1.211 da fuori regione.
Infine, non si registrano positività tra il personale del Sistema sanitario regionale né tra gli ospiti e gli operatori delle strutture residenziali per anziani.

LIGURIA

EMILIA-ROMAGNA

“Dall’inizio dell’epidemia da Coronavirus, in Emilia-Romagna si sono registrati 385.941 casi di positività , 73 in più rispetto a ieri, su un totale di 17.304 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore. La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti da ieri e’ dello 0,4 per cento”. Lo ha riferito la Regione nel consueto bollettino sull’emergenza Covid: “Per quanto riguarda le persone complessivamente guarite, sono 647 in piu’ rispetto a ieri e raggiungono quota 366.031. Purtroppo, si registrano 3 nuovi decessi”.

Made with Flourish

TOSCANA

In Toscana sono 106 i nuovi casi di Coronavirus, su 7.388 tamponi molecolari e 7.803 test antigenici rapidi, sei morti e 295 guariti. Lo riporta il bollettino giornaliero trasmesso dalla Regione alla protezione civile nazionale. Il tasso dei nuovi positivi è dello 0,7% sul totale dei tamponi e del 2,1% in relazione alle nuove diagnosi, confermandosi ancora su livelli bassi. Di pari passo prosegue la discesa della pressione sugli ospedali. I ricoverati nelle aree Covid restano 223 (-17 rispetto a ieri), di cui 50 in terapia intensiva (quattro in meno). Dall’inizio dell’emergenza sono 243.620 i contagi accertati, 232.927 le guarigioni e 6.832 i decessi.
Gli attualmente positivi finiscono sotto quota 4 mila: attualmente sono 3.861. Un dato che trova il proprio riflesso anche nell’andamento delle quarantene. In base ai dati raccolti dalle aziende sanitarie, in effetti, risultano 3.638 asintomatici e malati con sintomi lievi in isolamento domiciliare (-178) e 11.311 persone in sorveglianza attiva, a seguito di contatti con casi infetti (-278).

Made with Flourish

UMBRIA

Sono scesi a 963 gli attualmente positivi al Covid in Umbria, 61 meno di martedì. Era dall’ottobre scorso che questo dato non scendeva sotto a quota mille mentre a novembre, nel periodo di massima espansione della pandemia, era oltre 11 mila. Nell’ultimo giorno – riporta il sito della Regione – sono stati rilevati 12 nuovi postivi, 72 guariti e un nuovo morto. Sono stati analizzati 1.659 tamponi e 2.402 test antigenici, con un tasso di positività sul totale dello 0,29 per cento (0,4 il giorno precedente).
Continua il calo dei ricoverati negli ospedali, ora 37, nove in meno di martedì, cinque dei quali nelle terapie intensive (dato stabile).

LAZIO

“Oggi nel Lazio, su oltre 11mila tamponi e oltre 14mila antigenici per un totale di quasi 26mila test, si registrano 143 nuovi casi positivi, 11 decessi e 390 guariti. Il rapporto tra positivi e tamponi è al 1,2%, ma se consideriamo anche gli antigenici la percentuale scende allo 0,5%”. E’ quanto afferma l’assessore regionale alla Sanità, Alessio D’Amato. A Roma i nuovi casi sono 65. Nella Asl Roma 1 sono 25 e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Si registrano 1 decessi. Nella Asl Roma 2 sono 29 casi e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Si registrano 2 decessi. Nella Asl Roma 3 sono 11 casi e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto; si registrano 0 decessi.
Nella Asl Roma 4 è 1 il caso e si tratta di caso isolato a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto; si registra 1 decesso. Nella Asl Roma 5 sono 18 nuovi casi nelle ultime 24h e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Si registrano 5 decessi. Nella Asl Roma 6 sono 16 i casi nelle ultime 24h e si tratta di casi isolati a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Si registra 1 decesso. Nelle province si registrano 43 casi e 1 decesso. Nella Asl di Latina sono 27 i nuovi casi e si tratta di casi isolati a domicilio contatti di un caso già noto o con link familiare. Si registra 1 decesso. Nella Asl di Frosinone si registrano 15 nuovi casi e si tratta di casi isolati a domicilio contatti di un caso già noto o con link familiare. Si registrano 0 decessi. Nella Asl di Viterbo si registra 1 nuovo caso e si tratta di caso isolato a domicilio o con link familiare o contatto di un caso già noto. Si registrano 0 decessi. Nella Asl di Rieti si registrano 0 nuovi casi. Si registrano 0 decessi.

MARCHE

E’ sceso sensibilmente il numero dei pazienti ‘Covid-19′ assistiti negli ospedali delle Marche: sono complessivamente 49, 11 in meno rispetto a ieri, tutti ricoverati nei reparti. Lo si apprende dal secondo bollettino quotidiano del Servizio sanitario regionale. Nelle terapie intensive ci sono 8 pazienti, 1 meno di ieri: 3 a Pesaro, 2 a Torrette, 1 in pediatria ad Ancona, 1 (-1) al Covid Hospital di Civitanova Marche e 1 a San Benedetto del Tronto. Nelle aree di semi-intensiva sono assistiti in 17 (-1): 7 a Pesaro e 10 (-1) al Covid Hospital di Civitanova Marche. Gli altri 24 pazienti (-9) sono ricoverati in reparti non intensivi: 1 al Covid di Pesaro, 12 (-1) a malattie infettive a Torrette, 3 (-2) all’Inrca e 8 (-2) a malattie infettive di Fermo. Nelle Marche ci sono 2.601 persone in isolamento domiciliare (-10), mentre nelle strutture territoriali sono ospitati complessivamente 67 persone: 43 a Campofilone (Fermo), 12 a Fossombrone (Pesaro-Urbino) e 12 presso la residenza dell’Inrca di Ancona.

ABRUZZO

Sono 27 i nuovi casi di Covid-19 accertati nelle ultime ore in Abruzzo. Sono emersi dall’analisi di 3.035 tamponi molecolari: è risultato positivo lo 0,89% dei campioni. Si registrano tre decessi recenti, che fanno salire il bilancio delle vittime a 2.506. Scendono ancora i ricoveri, con le terapie intensive che arrivano a quota 3 unità, il dato più basso registrato dalla prima metà di settembre 2020 ad oggi.
I nuovi positivi hanno età compresa tra 10 e 64 anni. I tre decessi riguardano persone di età compresa tra 66 e 89 anni: due in provincia di Chieti e una in provincia di Pescara. Gli attualmente positivi sono 1.359 (-18): 61 pazienti (-4) sono ricoverati in ospedale in terapia non intensiva e tre (-1, senza nuovi accessi) sono in terapia intensiva, mentre gli altri 1.295 (-13) sono in isolamento domiciliare. I guariti sono 70.658 (+42).
 ei 74.523 casi complessivamente accertati in Abruzzo, 18.897 sono residenti o domiciliati in provincia dell’Aquila (+6)
19.382 in provincia di Chieti (+4), 18.168 in provincia di Pescara (+1), 17.352 in provincia di Teramo (+16) e 595 fuori regione (invariato), mentre per 129 (invariato) sono in corso verifiche sulla provenienza.

Made with Flourish

MOLISE

CAMPANIA

Sono 167 i casi positivi al Covid nelle ultime 24 ore in Campania su 8863 tamponi molecolari esaminati. Secondo i dati dell’Unità di crisi della Regione Campania resta, dunque, stabile, l’indice di positività: oggi all’1,88% e ieri 1,86%.
Sei i decessi, tre elle ultime 48 ore e tre deceduti in precedenza ma registrati ieri. In merito alla situazione negli ospedali, resta invariato a 23 il numero dei posti letto occupati in terapia intensiva; calano in degenza (oggi 337 e ieri 366).

BASILICATA

In Basilicata ieri sono stati processati 569 tamponi molecolari: solo 16 sono risultati positivi al covid-19. E nelle ultime 24 ore sono state registrate le guarigioni di 68 lucani. Lo ha reso noto la task force regionale. Sempre ieri, in Basilicata, non è stato registrato alcun decesso per covid-19: il totale delle vittime lucane è quindi fermo a 565. Le persone con il covid ricoverate negli ospedali lucani sono 37 (una in meno di ieri), nessuna delle quali in terapia intensiva. Il numero dei lucani attualmente positivi è sceso da 2.840 a 2.788.
Inoltre, secondo quanto reso dall’ufficio stampa della Giunta lucana, ieri “sono state effettuate 3.229 vaccinazioni”, mentre “sono 260.586 i lucani che hanno ricevuto la prima dose del vaccino (47,1 per cento della popolazione) e 134.842 quelli che hanno ricevuto anche la seconda dose (24,4 per cento) per un totale di somministrazioni effettuate pari a 395.428 su 553.254 residenti (dati portale Poste italiane)”.

Made with Flourish

PUGLIA

Su 7650 test per l’infezione da Covid-19 oggi in Puglia sono stati registrati 112 casi positivi (con un tasso di positività dell’1,5%): 17 in provincia di Bari 1 in provincia di Brindisi, 4 nella provincia BAT, 27 in provincia di Foggia, 16 in provincia di Lecce, 42 in provincia di Taranto, 2 casi di residenti fuori regione, 3 casi di provincia di residenza non nota. Tre i decessi: 2 in provincia di Bari, 1 in provincia di Taranto.Dall’inizio dell’emergenza sono stati effettuati 2.590.229 test. 234.937 sono i pazienti guariti. 11.029 sono i casi attualmente positivi.

CALABRIA

Sono 66 in più, rispetto a ieri, le persone risultate positive al coronavirus in Calabria su 2.416 tamponi eseguiti. In Calabria finora sono stati effettuati 903.303 tamponi, le persone risultate positive al coronavirus sono 68.348. Lo rende noto la Regione nel bollettino quotidiano dei dati relativi al Covid: rispetto a ieri sale il rapporto tra tamponi fatti e tamponi positivi (dal 2% al 2,73%). Dall’inizio dell’emergenza i decessi sono 1.214 (+1 rispetto a ieri), i guariti sono 59.717 (+411 rispetto a ieri), attualmente i ricoveri sono 150 (-8 rispetto a ieri), di cui 10 in terapia intensiva. Gli attualmente positivi sono 7.417

SICILIA

SARDEGNA

Sono 57.085 i casi di positività al Covid-19 complessivamente accertati in Sardegna dall’inizio dell’emergenza. Nell’ultimo aggiornamento dell’Unità di crisi regionale sono stati rilevati 24 nuovi contagi (ieri 22) e un decesso (1.485 in tutto). In 24 ore sono stati eseguiti 1.737 test. Il tasso di positività sale all’1,3 per cento. Gli ospedali continuano a svuotarsi. Sono infatti 70 (-3) i pazienti le persone ricoverati in area medica, mentre resta invariato il numero (6) di quelli in terapia intensiva, dove non si sono verificati nuovi ingressi. Le persone in isolamento domiciliare sono 11.688, i guariti 43.836 (+126).
Sul territorio, dei 57.085 casi positivi complessivamente accertati, 14.939 (+4) sono stati rilevati nella Città Metropolitana di Cagliari, 8.675 (+1) nel Sud Sardegna, 5.163 a Oristano, 10.958 (+3) a Nuoro, 17.336 (+16) a Sassari.

Crediti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *