Categorie
cronaca

Coronavirus, la nota di aprile di Ricciardi: “Il lockdown, misura di cieca disperazione”

Il consulente del governo scrisse: “In Italia sia il tracciamento che i test di laboratorio sono molto limitati e alla fine si è dovuto ricorrere alla chiusura totale” …

“Il lockdown? Misura di cieca disperazione”. La considerazione è firmata anche dal consulente del governo Walter Ricciardi in un articolo scientifico del 2 aprile 2020 citato in una nota del rapporto pubblicato dall’Oms il 13 maggio e poi sparito nelle successive 24 ore dal sito dell’organizzazione mondiale della sanità.

Il testo, cui si riferisce la nota 64 del report, si intitola “Quello che gli altri Paesi possono imparare dall’Italia durante la pandemia” ed è siglato, oltre che da Ricciardi, da altri due studiosi, Stefano Boccia e John P.A. Iannidis.

Ecco il passaggio: “I Paesi con un’aggressiva politica di tracciamento dei contagi e con ampie possibilità di effettuare test di laboratorio (per esempio Taiwan e Corea del Sud) sembrano offrire esempi di successo del contenimento del virus – si legge – In confronto a loro, in Italia sia il tracciamento che i test di laboratorio sono molto limitati e alla fine si è dovuto ricorrere al lockdown, misura di cieca disperazione”.
Cronaca Crediti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *