Categorie
News

Coronavirus, anche l’Esercito per i controlli sul territorio. Ipotesi mini-lockdown mirati

Controlli mirati, pattugliamenti contro gli assembramenti e anche i militari in campo per verificare il rispetto delle norme, come l’obbligo delle mascherine. Ma anche mini-lockdown diffusi per arginare l’aumento dei focolai. In Italia il coronavirus (LO SPECIALEGLI AGGIORNAMENTI LIVE) ha ripreso a diffondersi con ritmi più preoccupanti nelle ultime settimane. E il governo si sta muovendo per cercare di limitare la nuova diffusione del contagio. Il Viminale è pronto a fornire un ulteriore supporto, con attività straordinarie e – se serve – l’ausilio dell’esercito (LA SITUAZIONE IN ITALIA: MAPPE E GRAFICI).

In arrivo il nuovo dpcm

L’ultimo bollettino del ministero della Salute ha registrato 2.844 nuovi casi in 24 ore. Un numero così alto non si verificava dallo scorso 24 aprile. Nuove precauzioni sono già in arrivo. L’esecutivo ha sul tavolo la bozza del prossimo dpcm pronto per essere varato mercoledì 7 ottobre. Diverse le ipotesi che circolano: dall’obbligo di mascherine all’aperto in tutto il Paese a possibili limitazioni sugli orari di chiusura di pub e ristoranti, fino alle norme ferree sul contingentamento delle presenze in strutture sportive e ricreative come teatri e cinema (anche se il presidente dell’Anica, Francesco Rutelli, precisa che “il governo ci ha assicurato che al momento ciò non è all’ordine del giorno”).

Crediti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *