Categorie
News

Coronavirus, come funzionano i rimborsi per treni, aerei e alberghi

Con l’inizio della cosiddetta “fase 3” dell’emergenza coronavirus (AGGIORNAMENTI LIVESPECIALE), è stato dato il via libera agli spostamenti tra Regioni, tra i Paesi Ue e nell’area Schengen. Per i viaggi verso tutti gli altri Paesi, almeno fino al 15 giugno, resta ancora il limite dei motivi di assoluta urgenza, lavoro, salute. È quindi ancora possibile che si sia costretti a rinunciare al proprio viaggio o a un soggiorno prenotato, oppure che si desideri rinunciare per motivi personali. Ecco le informazioni su come procedere alle richieste di rimborso per quanto riguarda treni, aerei e alberghi o B&B.

Crediti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *