Categorie
News

Coronavirus, coro virtuale di 700 bambini canta “Nessun dorma”. VIDEO

Un coro virtuale di 700 bambini di diverse nazionalità che, dalle loro case, hanno cantato "Nessun Dorma" dalla Turandot di Giacomo Puccini. È l’iniziativa ideata da Europa InCanto, per lanciare un messaggio di speranza e solidarietà durante l’emergenza coronavirus (GLI AGGIORNAMENTI – LO SPECIALE – IL CONTAGIO IN ITALIA: LA MAPPA – LA SITUAZIONE IN ITALIA: LE GRAFICHE). "Commuovono con quei sorrisi dietro i cartelli con il loro nome – ha commentato il ministro della Cultura Dario Franceschini su Twitter – Da questa prova terribile uscirà una generazione migliore e più forte della nostra” (LE TAPPE – I CASI NEL MONDO).

Un’orchestra virtuale

Centinaia di bambini hanno accolto l’invito di Europa InCanto e, accompagnati dall’orchestra virtuale EICO e diretti da Germano Neri, hanno cantato la famosa aria dell’opera Turandot tenendo in mano dei cartelli colorati con su scritti i loro nomi. “Abbiamo ricevuto 700 video realizzati da bambine e bambini – italiani, europei e non solo – che cantano con grande entusiasmo la famosa aria pucciniana, ognuno con la sua personalità, la sua interpretazione e il suo accento”, scrive Europa InCanto su YouTube.

“Mai come in questo momento la musica e la cultura ci aiutano a sognare”

“Per tutti è stato un gioco da ragazzi! – spiega l’associazione musicale – È bastato infatti seguire le indicazioni e scaricare Scuola InCanto App, con il simpatico e originale Karaoke dell’opera che ha guidato i bambini all’apprendimento e all’esecuzione del celebre brano. Entusiasta anche la risposta dei genitori che hanno partecipato attivamente alla preparazione dei figli trasformandosi in veri e propri registi alle prese con smartphone e videocamere e altri strumenti a loro disposizione per poter filmare e inviare le performances dei bambini”. “Mai come in questo momento – conclude Europa InCanto – la musica e la cultura ci aiutano a sognare, ci fanno volare con la fantasia e immaginare storie fantastiche. Sentimenti senza limite: è con gli occhi di questi bambini che possiamo scorgere un raggio di speranza e un futuro migliore!”.

Crediti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *