Categorie
News

Coronavirus Fase 2: a scuola mascherine, ingressi a scaglioni e percorsi protetti

La ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina ha incontrato le organizzazioni sindacali della scuola e dei dirigenti scolastici in vista della ripresa di settembre e dei prossimi esami di Stato. Al centro dell’incontro, il rientro in sicurezza, dal punto di vista sanitario, sia del personale che degli studenti, per prevenire le possibilità di contagio da coronavirus (GLI AGGIORNAMENTI IN DIRETTA – LO SPECIALE – LE FOTO SIMBOLO – LO SPECIALE SCUOLA). “Siamo al lavoro con le parti sociali per studiare insieme tutte le misure necessarie per garantire la sicurezza del personale e dei nostri studenti”, ha spiegato la ministra, che ha presentato ai presidi e ai sindacati una “prima bozza” di protocollo sulla sicurezza per il rientro a scuola a settembre, testo che dovrà essere ora vagliato dalle parti sociali e poi inviato al Comitato tecnico scientifico che dovrà dare le sue valutazioni. Tra le proposte avanzate nel testo, l’utilizzo delle mascherine per chiunque entra nelle scuole, l’obbligo di evitare assembramenti all’ingresso e all’uscita, magari con lo slittamento degli orari di ingresso delle classi, la possibilità di provare la febbre agli studenti anche se non è dichiarato lo stato di malessere, mentre come in tutti i posti di lavoro a professori e personale dovrà essere misurata la temperatura ogni giorno. Secondo l’Associazione nazionale presidi, “la bozza proposta presenta aspetti troppo incerti” ma ha apprezzato “l’ampia disponibilità a rivederla”.

Crediti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *