Categorie
News

Coronavirus, in Italia 19.468 vittime: 619 in più rispetto a ieri

In Italia le persone complessivamente risultate positive al coronavirus, compresi guariti e deceduti, sono 152.271 (TUTTI GLI AGGIORNAMENTILO SPECIALELE ATTIVITÀ CHE APRONO IL 14 APRILE). Di questi, 100.269 sono i contagiati attuali. Le persone guarite nelle ultime 24 ore sono 2.079, per un totale di 32.534. Il totale delle vittime è di 19.468, 619 in più rispetto a ieri. Sono 3.381 i pazienti nei reparti di terapia intensiva, 116 in meno rispetto a ieri: il dato è in calo per il settimo giorno consecutivo. Dei pazienti attualmente positivi, 28.144 sono poi ricoverati con sintomi – 98 in meno rispetto a ieri – e 68.744 sono in isolamento domiciliare. Sono questi i dati del bollettino quotidiano della Protezione Civile sulla diffusione del contagio (LOCKDOWN ESTESO FINO AL 3 MAGGIO – UN MESE DI LOCKDOWN: LE GRAFICHE). 

I dati regione per regione

Dai dati della Protezione civile emerge che i pazienti attualmente positivi sono:

30.258 in Lombardia
13.495 in Emilia-Romagna
10.749 in Veneto
12.170 in Piemonte
3.231 nelle Marche
5.992 in Toscana
3.333 in Liguria
3.730 nel Lazio
3.002 in Campania
1.382 in Friuli Venezia Giulia
2.064 in Trentino
1.269 in provincia di Bolzano
2.402 in Puglia
2.001 in Sicilia
1.724 in Abruzzo
723 in Umbria
590 in Valle d’Aosta
888 in Sardegna
792 in Calabria
193 in Molise
281 in Basilicata

Le vittime

Quanto alle vittime, se ne registrano:

10.511 in Lombardia
2.481 in Emilia-Romagna
831 in Veneto
1.633 in Piemonte
689 nelle Marche
467 in Toscana
734 in Liguria
238 in Campania
273 nel Lazio
185 in Friuli Venezia Giulia
253 in Puglia
200 in provincia di Bolzano
154 in Sicilia
206 in Abruzzo
52 in Umbria
107 in Valle d’Aosta
284 in Trentino
66 in Calabria
73 in Sardegna
14 in Molise
17 in Basilicata

Borrelli: "Eseguiti quasi un milione di tamponi"

Hanno raggiunto i 963.473 i tamponi eseguiti in tutta Italia, ha sottolineato il commissario Angelo Borrelli in conferenza stampa, spiegando che ”c’è stato un incremento di 56mila tamponi”. "Abbiamo ricevuto la bella notizia di un signore di 94 anni guarito alle porte di Roma. Questo è il messaggio più bello per fare gli auguri a tutti noi e a tutti voi di una buona Pasqua e ringraziare chi sta dando il proprio contributo”, ha poi aggiunto.

Cts: "In autunno vaccinarsi è fondamentale"

"Circa il 7% delle persone in età pediatrica viene ricoverato e viene confermato che non ci sono pazienti critici”, ha detto Alberto Villani, presidente della Società italiana di pediatria e membro del Comitato tecnico-scientifico. Ha aggiunto che "sono state fatte 2.000 diagnosi e le ospedalizzazioni sono state veramente poche, 44 casi tra 0 e un anno, 20-30 casi per le altre età. Questo avviene in Italia perché è il risultato dell’eccellente gestione che si è avuto restando a casa". Poi, un appello: "Prepariamoci per l’autunno, tutti coloro che si devono vaccinare per l’autunno lo facciano. Mai come quest’anno sarò molto importante vaccinarsi". Villani si è poi detto speranzoso per i tempi del vaccino per il coronavirus: "Normalmente per arrivare ad un vaccino da commercializzare il tempo medio è di 2-3 anni. In quest’occasione penso che i tempi saranno molto molto più brevi, sicuramente non saranno quelli abituali per un vaccino". 

Crediti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *