Categorie
News

Coronavirus in Sardegna, positivo in un resort a Santo Stefano: 475 turisti in quarantena

Turisti in quarantena in un residence a nell’isola di Santo Stefano, nell’arcipelago de La Maddalena, all’estremo Nord della Sardegna. Sono 475, tra ospiti e personale del villaggio turistico, ad essere stati sottoposti al tampone dopo il ricovero, ieri, di un lavoratore stagionale con i sitomi del coronavirus (SEGUI IL LIVE) all’ospedale di Sassari. Nessuno può lasciare il residence in attesa dei risultati dei test. “Abbiamo effettuato i test – ha spiegato l’assessore regionale della Sanità, Mario Nieddu – e siamo in attesa che vengano processati”. 

Al via nell’Isola i tamponi in aeroporto

Intanto partono anche in Sardegna i tamponi radipi negli aeroporti per chi arriva dai Paesi a rischio. Il primo ad attrezzarsi è stato lo scalo di Cagliari Elmas: la mattina del 18 agosto sono stati allestiti nell’aerostazione i box dove il personale dell’Ats effettuerà i test ai passeggeri sbarcati. Primo banco di prova questo pomeriggio con l’arrivo alle 15.45 del volo proveniente da Madrid. A Olbia, all’aeroporto Costa Smeralda, le postazioni verranno montate il 19 agosto, nei prossimi giorni toccherà allo scalo internazionale di Alghero.

 

Attesa per i tamponi rapidi nei porti

Nessuna indicazione invece è ancora arrivata all’Autorità del mare di Sardegna per estendere i tamponi anche nei porti dell’Isola. Il primo a partire sarà comunque quello di Porto Torres, attivo nei collegamenti con Barcellona. Spagna e Malta sono dunque i Paesi sorvegliati speciali per i sardi che hanno scelto di trascorrere le vacanze all’estero: Croazia e Grecia infatti, inseriti nell’ultimo dpcm del governo con l’obbligo di tampone al rientro in Italia, non sono collegati direttamente con la Sardegna né con voli né con navi.

Crediti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *