Categorie
News

Coronavirus Italia, dal lockdown alla Fase 2 come è cambiata la mobilità. Infografiche

Dopo l’anticipo del 4 maggio, la Fase 2 è entrata a pieno regime nella settimana che comincia con il 18 maggio, dopo due mesi di lockdown, può infine ripartire la maggior parte delle attività. Che impatto avrà questo ulteriore allentamento delle restrizioni sulla mobilità degli italiani? Torneremo a spostarci come prima della quarantena?

 

Un modo per capirlo è guardare ai dati raccolti dai nostri smartphone che sono in grado di registrare i nostri spostamenti (a meno che noi esplicitamente non ci attiviamo per impedirglielo). Apple e Google, che sviluppano i due sistemi operativi per smartphone più diffusi, hanno cominciato a rendere pubblici questi dati proprio per permettere un’analisi dell’impatto delle misure. 

 

Nella prima fase dell’epidemia i dati raccolti dai due colossi dell’hi-tech – insieme ad altri indicatori – hanno consentito di osservare come la mobilità nel nostro Paese sia diminuita rispetto alla media. Allo stesso modo, ora permettono di osservare con che ritmo gli spostamenti ritornano verso la normalità. E lo fanno da due prospettive leggermente differenti. Nel caso di Apple, il focus è principalmente sul tipo di mezzo utilizzato per lo spostamento. Per quanto riguarda Google, invece, l’enfasi si concentra sulle diverse destinazioni dei possesori dei dispositivi. Gli aggiornamenti di Apple sono quotidiani, quelli di Google periodici.

 

Crediti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *