Categorie
News

Coronavirus Venezia, Arrigo Cipriani: “Regole assurde: non riapro l’Harry’s Bar”

“Io voglio aprire, a tutti i costi, ma non con le regole imposte dall’Inail”. Così Arrigo Cipriani, il titolare dello storico Harry’s Bar di Venezia, ha confermato che lunedì 18 maggio non riaprirà. L’88enne proprietario del bar vicino piazza San Marco che ha accolto artisti e ispirato canzoni, in un’intervista a Repubblica, si scaglia contro le regole che decimerebbero i posti del suo locale: “Secondo questi esperti io dovrei imporre un metro di distanza ai commensali e rispettare quattro metri tra un tavolo e l’altro. All’Harry’s Bar passerei da 150 coperti a 10” (GLI AGGIORNAMENTI IN DIRETTA – LO SPECIALE – LA MAPPA DEL CONTAGIO IN ITALIA).

Crediti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *