Categorie
News

Il coronavirus visto con gli occhi dei bambini (e dei burattini). VIDEO

Il sipario si apre dolcemente per accendere i riflettori sulle paure, e sulle speranze di Margì, Gioppino e Bortolì – le maschere più celebri (assieme a quelle di Arlecchino e Brighella) della tradizione bergamasca – che si muovono con le movenze tipiche dei burattini. All’improvviso, al centro del palcoscenico compare un disegno con cui, purtroppo, tutti noi abbiamo imparato a familiarizzare: quello del Sars-Cov2, il virus responsabile dell’epidemia (poi pandemia) da Covid 19, di cui Bergamo, assieme a Brescia, è stato l’epicentro in Italia. Una specie di globo terrestre infilzato da tanti bastoncini (così lo hanno raffigurato spesso i bambini) ondeggia tra le mani del burattino Bortolì, mentre la sua mamma, Margì, cerca di spiegargli cosa sta succedendo in città e non solo.

Crediti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *