Categorie
Coronavirus (COVID-19) Donald Trump India MONDO Sanità USA Vaccini

Coronavirus, Trump torna ad attaccare la Cina. In India risale la curva dei contagi

Nel corso di un comizio in Pennsylvania, il presidente statunitense punta il dito contro «la peste cinese». In India, 89mila nuovi contagi in 24 ore: i numeri degli ultimi giorni avevano fatto sperare che il picco fosse stato superato
L’articolo Coronavirus, Trump torna ad attaccare la Cina. In India risale la curva dei contagi proviene da Open. …


Usa

EPA/JUSTIN LANE | Personale sanitario effettua test a New York.

Donald Trump torna a puntare il dito contro la Cina, parlando della pandemia di Coronavirus da Middletown, Pennsylvania. Nel corso di un comizio, il presidente statunitense ha detto che gli americani sono «stati colpiti dalla peste cinese». Gli Stati Uniti hanno salvato «milioni di vite», ha detto Trump, senza specificare di preciso la misura o le misure a cui si riferiva. Trump ha anche assicurato che gli Usa «svilupperanno e distribuiranno un vaccino in tempi record».

Quindi, Trump ha parlato dell’Europa, dicendo che ha un tasso di mortalità molto più alto di quello degli Stati Uniti. Il tasso di mortalità degli Stati Uniti (su 100 casi confermati) si aggira intorno al 2,9% ed è, in effetti, inferiore a quello di molti Paesi europei. Il tasso nel Regno Unito è del 9,9%, quello del Belgio è del 9%, quello della Svezia del 6,5%, quello della Francia del 5,7%, secondo i dati della Johns Hopkins. Ma se si guarda al tasso di mortalità per 100.000 persone (che abbiano o meno il virus), gli Stati Uniti hanno l’undicesimo tasso più alto nel mondo, con Belgio, Regno Unito e Spagna unici Paesi europei con un dato peggiore.

India

EPA/DIVYAKANT SOLANKI | Mumbai, India.

I nuovi casi di Covid-19 in India tornano a salire. Sono 89mila i contagi nelle ultime 24 ore, il più alto da una settimana a questa parte. L’andamento dei nuovi casi negli ultimi giorni era stato inferiore a quello registrato la scorsa settimana: numeri che avevano fatto sperare che l’infezione avesse superato il suo picco, ma la pandemia continua a diffondersi in diversi stati del Paese. L’India conta 5 milioni e 800mila contagi totali e quasi 100mila morti per effetto del Coronavirus.

Prosegue la corsa al vaccino made in India

Nel frattempo, prosegue la corsa del Paese al vaccino anti-Covid19. Un portavoce del governo del Punjab ha annunciato che dal 15 ottobre lo stato parteciperà ai test di fase 3 del Covaxin, il vaccino interamente “made in India”, elaborato dall’azienda farmaceutica statale Bharat Biotech Ldt, in collaborazione con i ricercatori del Consiglio Indiano di Ricerca Medica, ICMR. I volontari del Punjab saranno monitorati da tre Collegi medici dello stato.

Leggi anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *