Categorie
Coronavirus (COVID-19) Grecia Lockdown MONDO Sanità

Il premier greco è accusato di aver violato il lockdown: la gita in bici e le foto (senza mascherina)

Le foto diffuse dai media locali mostrano Kyriakos Mitsotakis senza mascherina accanto a delle persone. Il portavoce: «Non rifiuterebbe mai una foto con i suoi cittadini»
L’articolo Il premier greco è accusato di aver violato il lockdown: la gita in bici e le foto (senza mascherina) proviene da Open. …

Kyriakos Mitsotakis avrebbe violato le regole sul Coronavirus che il suo stesso governo ha varato. Stando ad alcune immagini diffuse ieri, 1 dicembre, dai media locali, il premier greco avrebbero fatto una gita in montagna domenica 30 novembre violando il lockdown in vigore in Grecia. I video e le foto li ritraggono a bordo delle biciclette sulla Parnitha, una catena montuosa a nord di Atene.

[embedded content]

Le foto mostrano il premier mentre posa con un gruppo di persone senza mascherina e senza che venga rispettata la distanza di sicurezza sancita per legge. Stando a quanto stabilito dall’esecutivo guidato da Mitsotakis, i cittadini greci hanno il permesso di lasciare le loro case solo per andare a lavorare, per fare la spesa, per andare da un medico o per allenarsi vicino a casa in gruppi di non più di tre persone. Per chiunque infranga le regole è prevista una multa di 300 euro.

Il suo portavoce, Stelios Petsas, non ha smentito quanto pubblicato su Documento news. Anzi, ha dichiarato che Mitsotakis è «stato accusato di essersi comportato umanamente» , poiché il premier «non si rifiuterebbe mai di parlare o di essere fotografato» con chi gli si avvicina. Minor comprensione è arrivata dall’opposizione: «Incolpare i cittadini per i loro comportamenti mentre ti rifiuti di seguire le misure necessarie non è affatto umano», ha detto Nasos Iliopoulos, portavoce di Syriza, il principale partito d’opposizione. «È un segno di arroganza e di mancanza di empatia».

Immagine di copertina: Twitter

Leggi anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *